Ci sono almeno 3 momenti all´anno in cui il mondo della pubblicitá é sotto i riflettori e tutti ne parlano, non solo i magazine del settore, le agenzie creative e i markettari Improvvisamente ci si accorge che la pubblicitá non serve solo a vendere un prodotto ma é un prodotto essa stessa, prodotto di un processo creativo (che vede tante aspettative e soldi in ballo, certo)  e quindi finalmente si parla del lato bello, artistico e intrigante dell´advertising.

Il primo momento dell´anno é appena passato e se non ve ne siete accorti forse eravate su altro pianeta: il Super Bowl ossia la finale di football negli Stati Uniti.

é un momento importante nell´advertising perché si tratta del programa piú seguito dell´anno in TV per cui,  per comprare uno spazio pubblicitario in quella fascia,  le aziende devono sborsare barche di soldi (uno spot di 30 secondi costa tra 3,5 e 4 milioni di dollari) il che lo rende anche lo spazio piú costoso al mondo.

È il momento in cui le aziende fanno « show off » della loro potenza nel marketing , lanciano nuove champagne,  nuovi prodotti, nuovi claim e soprattutto non intendono fare brutta figura davanti allo spietato pubblico di professionisti e non che continuerá a parlare della loro performance per settimane.

Devo dire che le mie aspettative sono un pó state deluse in questa edizione: pubblicitá interessanti sí, ma nessuna che mi abbia fatto esultare con un « genio! » (esclamato in stile Boris s´intende).

Tuttavia vorrei segnalarvene 5 di queste (niente classifica) che secondo me vale la pena vedere e i relativi motivi:

1 Taco Bell “Viva Young”:

Divertente e arriva a tutti: ai giovani, che si riconoscono nelle scorribande dei vecchietti, ai non giovani che sentono di non essere piú dei ragazzini ma ogni tanto hanno qualche attacco di gioventú  e ai vecchietti che sognerebbero di poter fare davvero quelle cose. La canzone dei Fun “We are young” in spagnolo é la ciliegina sulla torta.

2 Samsung “The big Pitch”

Intelligente e ironica. Rappresentando un brainstorming creativo per “The next big thing” di Samsung, i due attori protagonist dello spot (Paul Rudd e Seth Rogen) riescono a svelare idee che saranno usate in altre pubblicitá di questo Super Bowl (bambini parlanti, rappers asiatici, uomini nello spazio etc.)

3 Kia “Space Babies”

Tenero e fantasioso. Un altro spot di auto in questo super Bowl dove ci sono bambini e dove non si parla del prodotto che compare per pochi secondi alla fine. Bella l´idea di creare un´isola abitata dai cuccioli di uomo e non prima di essere spediti sulla Terra. L´alternativa alla storia dell´Ape e il fiore per vendere un auto é un pó una forzatura peró.

4 Chrysler: “Farmer”

Eccellente fotografía. Da un pó di anni Chrysler non sbaglia gli appuntamenti al Super Bowl. Questo spot eccelle per la qualitá delle immagini. Non a caso é il frutto del lavoro di 10 fotografi (tra cui William Albert Allard di National Geographic) e il documentarista Kurt Markus. Il claim “For the farmer in all of us”, tra l´altro debole, passa  in secondo piano (ma facendosi perdonare)

5 Coca Cola “Security Camera”


Menzione speciale. Come vi ho giá raccontato qui questo spot mi piace molto. Sebbene non fosse una novitá nell´offerta pubblicitaria dei Super Bowl ha esattamente quello che mi é mancato negli altri spot: il link emotivo al Brand (e no, l´americanata “Whole Again” di Jeep  non rientra in questa categoria)

Ah! Dimenticavo….Gli altri 2 eventi di cui vi parlavo all´inizio del post sono: il festival di Cannes con i suoi Lions (per l´advertising ovviamente) previsto per Giugno e poi la review di fine anno con i migliori spot dell´annata appena terminata e alla quale anche noi di Cosebelle nel 2012 abbiamo dato il nostro piccolo contributo nel 2012 .