La scommessa di Heyfoo è davvero unica nel suo genere: possono antiquariato e vintage sbarcare con nonchalance sul web e diventare “moderni” con qualche click? La risposta è si, ma non è certo così semplice. Serve innanzitutto la materia prima, oggetti che siano non solo antichi, ma belli e di buon gusto; e poi bisogna saperli fotografare e scriverne con cura e amore per raccontare le storie di ognuno e il loro valore. Alla materia prima bisogna poi unire un sito web veloce, preciso che consenta a tutti di acquistare da ogni parte d’Italia. Per creare questa sinergia di elementi servono, allora, esperte della materia, creative e appassionate delle nuove tecnologia. In pratica le protagoniste di oggi, Sara e Stefania, coloro che hanno inventato il mondo Heyfoo. Sono due “vintage lovers e appassionate di antiquariato”, come si definiscono nella loro presentazione, e girano per i mercatini di tutta Italia per mettere insieme questo marketplace virtuale d’antiquariato che è Heyfoo.

Cosa si può trovare su in questo shop così unico nel suo genere? C’è la sezione Cucina ricca di ceramiche, porcellane, utensili ed elementi decorativi, l’Home decoro più puro e l’immancabile sezione Gioielli. In più un servizio dedicato ai matrimoni e la sezione Artigianalità, antiche tecniche mantenute vive da tanti giovani artigiani.

Ma allora torniamo alla questione chiave: come si riescono a conciliare il mondo dei professionisti dell’antiquariato e quello dei social network, i pagamenti online e gli e-shop? La parola a Sara e Stefania.

Sara_Stefania

Cosebelle Magazine: Il potere del web è infinito e con Heyfoo scopriamo che anche vintage e antiquariato possono trovare un loro posto. Come si conciliano questi due mondi apparentemente così lontani?
Heyfoo: Il grande potere del web e quello che più ci piace della rete è che navigando puoi scoprire nuovi mondi, leggere storie lontanissime da te per cultura e origine ma anche per epoca. Gli oggetti che vengono dal passato, che sono arrivati fino a noi, racchiudono le vite delle persone che li hanno posseduti ed usati. I segni che portano, i disegni che li decorano ci raccontano di come la vita è cambiata ma anche di come quello che cerchiamo è sempre lo stesso: calore, bellezza, armonia. Noi usiamo il web per raccontare queste storie e far rivivere questi oggetti cercando loro una nuova casa e nuove persone che possano amarli e tramandarli.

Definite Heyfoo “una grande fiera aperta 24 ore su 24”. Qual è la caratteristica delle fiere e mercatini che avete voluto a tutti i costi portare nel vostro e-shop?
Quello che amiamo di più dei mercati dell’antiquariato è la grande scelta di prodotti e l’opportunità di conoscerne le storie attraverso chi li ha ritrovati. Sul web però gli oggetti non possono essere ammirati da vicino. Per questo ad una descrizione accurata abbiamo unito anche delle foto ambientate che valorizzano i tesori che presentiamo.

Come scegliete i pezzi che poi arrivano sul vostro sito?
Lo ammettiamo. Scegliamo solo quello che ci piace. Quello che vorremo nelle nostre case, quello che testimonia la grande tradizione artigiana dell’uomo e la sua maestria. Quando gli antiquari tirano fuori dalle scatole i prodotti ci sentiamo ancora come bambini in una fabbrica di cioccolato.

La sezione artigianato ricorda una questione importante: mantenere vive le tecniche artigianali applicate a tessuti, accessori fashion, etc. In base alla vostra esperienza come vedete il futuro dell’artigianato italiano?
È in difficoltà certo, soprattutto perché non è adeguatamente sostenuto da un governo che non crede nelle meravigliose possibilità di questo settore. Eppure, quello che ci regala ogni giorno un raggio di speranza è vedere che ci sono tante persone giovani che hanno voglia di riscoprire tecniche antiche, di riprendere in mano la maestria dei nonni e usare le mani. I nostri genitori sono stati educati che i mestieri in cui le mani erano protagoniste erano quelli di serie B. Fortunatamente la nostra generazione sta riscoprendo la soddisfazione di toccare, modellare, creare. Questo farà bene a tutti noi.

Ed infine la nostra domanda di rito: qual è una cosa bella per voi?
Il sorriso dei nostri figli e la loro capacità di vivere il momento  e credere, fermamente, che tutto è possibile.

Heyfoo sito ufficiale | Facebook | Instagram