Come raccontare la sfida di Lanuvelvag in poche parole? Rappresentare la vagina, il più potente simbolo al femminile, stamparla su una t-shirt di qualità e renderla una icona per andare oltre i tabù con leggerezza e un tocco di stile. Siamo di fronte ad un progetto che parla di femminilità con termini nuovi per vestire di pop e design una icona che non dovrebbe fare così paura. Da questa idea di celebrazione al femminile nasce un progetto che mette insieme il Made in Italy, con t-shirt 100% cotone biologico prodotte in Lombardia, e la creatività con la possibilità di personalizzare, prendersi in giro e dare un messaggio preciso:

donne e uomini contro i tabù obsoleti e dannosi.

In quest’ottica di divertimento consapevole si inserisce anche il nome scelto per l’iniziativa: chiara ispirazione da Nouvelle Vague francese, una nuova ondata che ora si traduce in moda da indossare con un messaggio chiaro.

Parte oggi il crowdfunding su Indiegogo per sostenere il progetto Lanuvelvag grazie al quale potrete aiutare il team a realizzare il progetto e ordinare la vostra t-shirt. Contemporaneamente si darà una mano all’associazione Doppiadifesa Onlus per prendere una posizione chiara e netta contro la violenza sulle donne. Parte del ricavato sarà, infatti, devoluto in beneficenza per sostenere iniziative che si prendano cura delle vittime di violenza con servizi di consulenza e assistenza.

A raccontarci i dettagli del progetto Federica, Co-founder e CEO di Lanuvelvag:

A proposito di tabù: di vagina non si parla mai, se non tra mille imbarazzi e pregiudizi, eppure è un simbolo fortissimo e importante. Come vi è venuta l’idea di metterla su una maglietta?
Proprio per combattere questo tabù, e combatterlo nella maniera più leggera possibile – dove “leggero” non è sinonimo di superficiale, anzi! Spesso la chiave per parlare di un argomento scomodo, o anche solo imbarazzante, è l’ironia. Per questo le nostre Vag sono stilizzate, colorate e quanto più pop ci si possa aspettare. Perché su una maglietta? Perché tutti la indossiamo, quindi non possiamo discriminarla.

Non solo stile e irriverenza in questa t-shirt, ma un messaggio più profondo: che cosa volete trasmettere/raccontare con il progetto Lanuvelvag?
Lanuvelvag si presenta come una nuova ondata, proprio come si proponeva di essere La Nouvelle Vague originaria, con il cinema francese. Niente orpelli, costruzioni e pregiudizi, ma esporsi per quello che si è alla luce del sole. Per questo il nostro brand si legge esattamente come è scritto: è fiero della sua natura, non trae in inganno, vuole rapporti sani. Non ci saranno Vag uguali ad altre Vag – una caratteristica fondamentale delle t-shirt sarà l’altissimo livello di personalizzazione – perché siamo tutti diversi ed è bello rispettarlo.

Un post condiviso da Cosebelle magazine (@cosebelle_magazine) in data:

Un progetto dedicato alle donne al 100%, anche nella beneficenza. Come è nata la scelta di appoggiare Doppia difesa?
Non volevamo mettere in commercio l’ennesima idea dal design accattivante che però fosse fine a se stessa, avevamo in mente qualcosa di più grande, che potesse trasmettere un messaggio forte e fare del bene. Per questo sin dai primi sviluppi abbiamo deciso di sostenere una Onlus che si occupasse di donne. Il lavoro di DoppiaDifesa per combattere la violenza è molto importante. Non escludiamo, in futuro, di devolvere parte dei nostri proventi anche ad associazioni che si occupino di combattere la discriminazione sessuale in ogni sua forma.

La scelta del Made in Italy, trend o condizione necessaria per un nuovo progetto come Lanuvelvag?
Farsi fautori di un messaggio contro la discriminazione e la violenza significa parlare di qualità della vita, per questo abbiamo voluto proporre un prodotto di estrema qualità, che potesse essere indossato come una seconda pelle perché organico e parlasse una lingua che tutti potessimo capire. Il Made in Italy usato come trend va bene solo per qualche hashtag, quello vero va toccato con mano, ricercato nelle origini e nell’artigianato. 

Ed infine la nostra adorata domanda di rito: una cosa bella per il team Lanuvelvag?
“Che farei io senza l’assurdo?” Frida Kahlo è sicuramente una tra le personalità femminili a cui ci ispiriamo e in questa frase è racchiusa l’essenza della sua bellezza. Una cosa bella è superare il limite del tabù, aprire la mente alla possibilità anche quando non sembra probabile. Bisogna provarci e Lanuvelvag intende fare questo, nel mezzo del suo assurdo. 

Per acquistare la vostra t-shirt e sostenere il progetto Lanuvelvag consultate il sito ufficiale | il crowdfunding su Indiegogo | Instagram | Twitter