Ma ditemi la verità: voi l’avete mai fatto un pigiama party? E se si, che tipo di rituale sociale è?

Sempre loro i responsabili, i telefilm americani, quelli in cui bastava un invito al volo ed ecco case invase da ragazzine con zainetto in spalla e l’occorrente per una notte da passare con le amiche. Ed io, lontana anni luce dall’America di fine anni ottanta, niente party, ma tanti pigiami.

Anche senza feste il pigiama è la quintessenza del relax, basti pensare che il primo pensiero felice dopo una giornata terribile è togliersi di dosso i vestiti ed entrare nel nostro mondo fatto di cotone fresco per l’estate, un paio di short, fantasie improbabili e una tshirt. La felicità è fatta di pigiami freschi d’estate e morbidi di inverno.

Lo so che la mancanza di un pigiama party mi rende incompleta, ma alla mia età risulterebbe, come dire, grottesco, ragione per cui il piano è condividere il mio status di donna in pigiama con porta occhiali, Mac, iphone, ipad.

Pijama Cosebelle Magazine

In questa missione ci viene in soccorso Pijama, brand made in Italy di Monica Battistella, fashion designer, e Sergio Gobbi, architetto, che hanno pensato di donare pigiami agli strumenti d’uso quotidiano.

Pijama Cosebelle Magazine

Un mare di stoffe colorate, pois, tartan, quadretti, che rivestono custodie morbide e sicure; ma poi ci hanno preso la mano e le stoffe colorate hanno cominciato a rivestire borse per le giornate a lavoro, zainetti, tote bag, fino ad arrivare a portafogli e pantofole. Tutti morbidissimi, tutti colorati, tutti in pigiama.

Pijama Cosebelle Magazine Pijama Cosebelle Magazine Pijama Cosebelle Magazine Pijama Cosebelle Magazine

Non avrò più paura di vivere una vita senza pigiama party, soprattutto ora che anche miei occhiali ne hanno uno.

I prodotti Pijama sono tutti rigorosamente prodotti in Italia, nella zona di Milano, e facilmente acquistabili online dal sito ufficiale del brand.

(photo credits: Pijama Blog)