Alzi la mano chi non hai mai tentato di creare vestiti di alta sartoria per le proprie bambole. E per alta sartoria, chiaramente, si intende nastro adesivo, buste di plastica, fazzoletti di stoffa, vecchie magliette e tende in disuso.

Le aspettative erano galattiche, ma la realtà era ben diversa. Lunghi e vaporosi abiti da sera, tubini fascianti, tailleur professionali che in realtà erano tutti uguali, tutti appiccicaticci. Ma quanta poesia e quanta onnipotenza creativa in questi piccoli gesti?

C’è chi comincia così, sogna di diventare stilista, ma rimane solo un’artista degli abiti con le bustine dei fazzoletti di carta.

E poi c’è chi invece inizia con le bambole e poi immagina di dare vita a campioni di tessuti e pelli creando piccoli capolavori, anzi, piccole “farfalle”, per persone in carne ed ossa.

Le sapienti mani sono quelle di Simona Marchini, le “farfalle”si chiamano Monarcha Papillon. Tutti creati artigianalmente, ma non coi canonici tessuti i cravatteria.

I Papillon Monarcha sono di denim, di pelle, di pizzo, di cotone e seta. E se pensate che siano solo da uomo sappiate che non è affatto detto, perché cosa c’è di più femminile di un papillon di pizzo?

Come vengono prodotti.

Monarcha come le farfalle, preziosi e leggeri nelle loro  teche di vetro per collezionarne a decine.

Le creazioni MONARCHA sono in vendita a Milano e online nell’omonimo shop Etsy.

Foto di Silvia Tofani.