Girovagare molto per il web ti porta a fare scoperte davvero interessanti e non solo per modo di dire. Le scoperte che intendo sono quelle che ti fanno rimpiangere con ogni fibra del tuo corpo di non averci pensato prima, di non aver fatto la creativa, l’artista da sempre, di non essere talentuosa in questo o quel campo e di aver avuto l’idea del secolo. Niente che cambi il corso della storia dell’Occidente (cit.), ma solo una personalissima e morbosa relazione col bello.

All’origine di tutto una frase che mi ha colpito molto trovata su un blog che descrive perfettamente il Buy Buy Baby di oggi: “illustrations translated into sculpture“, illustrazioni che diventano sculture. Pensate al bello che le illustrazioni sanno raccontare e fatelo diventare tridimensionale, con della lana, tanto lavoro manuale, pazienza e dedizione.

È una magia, non ho dubbi, quella di Jocelyn Gayle e dei suoi Petitfelts che trasforma la lana in personaggi di fiabe, animali dai tratti gentili estremamente realistici eppure sognanti.

2

Potrebbero sembrare giocattoli ad un primo sguardo, sono anche marionette per incantare i più piccini, ma la realtà è che sono sculture di lana, opere d’arte alternative e uniche nel loro genere, nessuna identica all’altra.

1 4 5 6 8 3

“Animali guida” di lana, daimon oppure portafortuna simbolici o nuovi inquilini morbidi, chi non vorrebbe una balena bianca col cappellino come amica?

7

Le creazioni Petit felts sono acquistabili nello shop Etsy ufficiale.

(Photo credits: Petitfelts)