Lo so che lo avete fatto tutte, inutile che provate a negarlo: a cosa servono, altrimenti, le gallerie del Coachella se non a parlarne male? Migliaia e migliaia di crop top, bikini, giacchine all’uncinetto, copricapi da indiani, maxi abiti e migliaia di articoli ogni giorno a suggerirvi come ottenere il look perfetto per un festival nel mezzo del deserto. E io che credevo negli stivali e nei completi kaki da vecchio esploratore ho fallito miseramente: nel deserto si va mezzi nudi o vestiti strambi.

 Coachella_Cosebelle_9

Ma qualcosa di buono c’è in questo Coachella, non solo la musica: c’è tutto quel contorno di particolari e dettagli che ti fanno sopportare gli estremismi modaiolo e ti strappano un “Beh dai, questo lo vorrei anche io”.

In cima alla lista tutto il parco di gioielli da hippie del nuovo millennio. Amo vedere le mani con tanti anelli minimi e discreti

 Catbird_Cosebelle_1

ma anche il singolo pezzo solo apparentemente senza pretese

catBird_Cosebelle_5

o gli anellini da “middle finger” e non mi interessa che tendo a perderli regolarmente, secondo me al Coachella andrebbero fortissimo, anzi, scommetto che li hanno tutte.

 CatBird_Cosebelle_6

Per fortuna non c’è bisogno di volare a Palm Spring e di indossare un crop top, ci sono lo shopping online e le playlist di Spotify e ognuno potrà costruire il suo Coachella. Nessun limite alle playlist, potrete anche immaginare che ci suoni Gigi D’Alessio e io non vi dirò nulla, mentre sullo shopping dei gioielli il segreto c’è, si chiama Catbird ed è il regno degli anellini timidi d’oro e d’argento e dello spirito Coachelloso che c’è in tutte noi che sogniamo la sabbia del deserto, il live di Pharrell e Leonardo di Caprio che si dimena come un invasato.

CatBird_Cosebelle_2 CatBird_Cosebelle_3 CatBird_Cosebelle_4 CatBird_Cosebelle_8 CatBird_Cosebelle_7

Gli anelli Catbird sono acquistabili nello shop ufficiale del brand qui.

(Photo credits: Catbird)