Un tripudio di rossi, gialli e verdi: questo è l’autunno a Budapest.

Immersi in questa scenografia fatta di foglie e colori tutt’intorno, vi porto a spasso tra il quinto e il sesto distretto di Pest, zona elegante e maestosa, caratterizzata dalle grandi architetture e delle grandi piazze, dai viali alberati e dagli scorci più belli della capitale, dove si perde quella dimensione umana tipica di Budapest e la reale percezione delle distanze, un po’ come quando si percorrono le rue parigine.

Basilica di Santo Stefano

Questo nuovo percorso inizia dalla Piazza della Basilica e si conclude sulle sponde del Danubio.

Tra la cupola della Basilica di Santo Stefano e le guglie del Parlamento, si sviluppa la zona dei ministeri e dei palazzi più belli. Nonostante questa parte della città sia sorvegliatissima – per ovvie ragioni di sicurezza – e molto silenziosa, è piacevole passeggiare e conoscere un altro dei mille volti di Budapest.

Ponte Margherita

Budapest – Palazzi storici

Budapest, Szabadság tér

Budapest, Szabadság tér

Una sosta a cui non possiamo rinunciare è a Szabadság tér, piazza e giardino pubblico, circondato da vialetti alberati, parchi per i bambini, bei locali da tenere a mente per una prossima cena e panche dove fare una sosta. Si tratta di una delle piazze più belle della capitale ungherese.

Budapest, Szabadság tér

Budapest, Szabadság tér

Budapest, Szabadság tér

Budapest, Szabadság tér

Il Parlamento di Budapest - Scorcio

Il Parlamento di Budapest – Scorcio

Dopo innumerevoli giri, soste, foto e passi con il naso all’insù per catturare con lo sguardo dettagli, cupole e le finestre delle mansarde da acquistare con la nostra fantasia, siamo arrivati vicino al Parlamento e sul lungo Danubio, dove non è difficile notare numerosi paia di scarpe posizionati sulla banchina.

Le scarpe sulle rive del Danubio è un’opera del regista Can Togay, realizzato insieme allo scultore Gyula Pauer. L’opera raffigura delle scarpe poste sulla sponda del Danubio sul lato di Pest e ricorda un massacro di cittadini ebrei compiuto dai miliziani del Partito delle Croci Frecciate durante la seconda guerra mondiale.

Le scarpe sulle rive del Danubio