La Mai Manó Ház o Casa dei Fotografi Ungheresi è un edificio e un luogo al centro della vita culturale ungherese e non ha niente da invidiare ai musei più famosi e grandi di Budapest. Al suo interno si organizzano mostre ed eventi, ed è possibile visitare l’edificio negli orari di apertura, durante tutta la settimana. La facciata è una delle più ricche e colorate tra quelle della zona e facilmente attira l’attenzione dei turisti e dei passanti.

Mai Manó Ház

Mai Manó Ház

La Mai Manó Ház fu costruita in appena 14 mesi, dal 1893 al 1894, dal fotografo della Corte Imperiale e Reale Manó Mai in stile Neo-Rinascimentale. L’edificio, che si sviluppa su 8 livelli, è stato voluto per dare spazio e sedi adeguate agli incontri e ai lavori dei fotografi ungheresi e testimoniare la storia della fotografia, all’epoca una professione relativamente giovane, non considerata arte. La facciata dell’edificio, con le decorazioni in ceramica, i putti che impugnano macchine fotografiche e la scritta “Museo della fotografia”, è l’emblema di questa intenzione. Dal 1996, per la sua ricca e travagliata storia, nonchè per la qualità e l’originalità dell’architettura, l’edificio è stato dichiarato monumento nazionale.

Mai Manó Ház - atrio di ingresso

Mai Manó Ház – atrio di ingresso

Mai Manó Ház - i putti con la macchina fotografica

Mai Manó Ház – i putti con la macchina fotografica

Mai Manó Ház

Mai Manó Ház – ballatoio e finestre interne

Oggi la Casa, trasformata in una fondazione, é sotto la giurisdizione locale del VI distretto di Budapest, che concede l’uso di tutti gli spazi dietro il pagamento di un affitto simbolico, donazioni che vengono poi utilizzate per i lavori e la manutenzione all’interno dell’edificio stesso.

L’atrio di ingresso, decoratissimo e colorato, conduce direttamente al primo piano, dove ancora oggi si possono salire le originali scale in legno di quercia, ricche di ornamenti in ottone. Al secondo piano, verso il cortile, si trovano 4 coppie di finestre-vetrata nella loro bellezza originale, dipinte da Miksa Roth, l’artista ungherese piú eminente in questo genere. Il Daylight Studio, la straordinaria stanza dai vetri che si affacciano sulla strada, é stato completamente ricostruito nel rispetto del disegno originale, e i due affreschi che vi si trovano sono esattamente gli stessi che venivano usati dal fotografo-proprietario della casa come sfondo.

La missione della Mai Manó Ház é di promuovere la cultura fotografica in Ungheria, e la fotografia ungherese all’estero. Per questo la Fondazione organizza esposizioni contemporanee e storiche, letture collettive e altri eventi. La biblioteca della Fondazione è per questo motivo un vero e proprio centro culturale in cui è possibile trovare pubblicazioni in tutte le lingue.

Mai Manó Ház - decori in facciata

Mai Manó Ház – decori in facciata

Mai Manó Ház - dettaglio interno

Mai Manó Ház – decori del soffitto 

Mai Manó Ház - dettaglio interno

Mai Manó Ház – dettaglio interno

Nel 2000 è stato eseguito un attento restauro ad opera degli architetti Szántó&Mikó e Kornél Baliga, e lunga è la lista dei progetti da portare a termine nel prossimo futuro: dall’ampliamento dell’esposizione nei locali al piano terra dell’edificio, un tempo spazi della Casa, e oggi affittati a bar ed esercizi commerciali, all’apertura di altre sale, oggi chiuse al pubblico, all’adeguamento della struttura per far sì che diventi accessibile proprio a tutti!

Mai Manó Ház

Mai Manó Ház

foto: i fan della Mai Manó Ház sul web

La Casa dei Fotografi Ungheresi
H-1065 Budapest, Nagymezõ utca 20.
Tel: +36 1 473 2666
Fax: +36 473 2662
E-mail: maimano@maimano.hu