Questione di genetica familiare. Così Franta Ági inizia a parlarmi del suo lavoro. Una passione, quella per il design, innata e forse dovuta alla vicinanza del padre, artista e dedito a restauri di opere in legno e ferro, a cui hanno contribuito anche gli anni alla scuola per designers.

©Franta Ági

© Franta Ági

Franta Ági si occupa di interior design e di illuminazione. Al centro delle sua vita, tra le mille attività quotidiane e professionali, ci sono la figlia e tutti quei momenti speciali e comuni da cui trarre ispirazione. Ági affronta il suo lavoro con un contatto continuo con la realtà che la circonda, la fantasia e le persone, senza una metodologia razionale e codificata a priori.

© Franta Ági

© Franta Ági

Così, un po’ di tempo fa, è arrivata stAArlight, la lampada di Franta Ági, immaginata in uno dei momenti creativi, che sono la sintesi di tanto lavoro e di un percorso costruito pian piano. Una lampada che si monta come un gioco: i tagli sul cartone suggeriscono le pieghe e i fori ospitano bottoni a clips dai colori vivaci. Le lampade sono disponibili in due misure e in 60 diversi colori ed è possibile richiedere anche texture personalizzate.

© Franta Ági

© Franta Ági

Tra luce e forma, Ági riflette molto sulla funzione e sul funzionamento che l’oggetto deve avere nello spazio e nell’ambiente in cui è inserito, anche quando non è utilizzato per la sua funzione principale. Un concetto questo, comune a molti designers e che affonda le radici nel passato della storia del design, perchè gli oggetti oltre che servire, devono attrarre e far sognare.

Grande importanza per il lavoro di Franta Ági hanno le piattaforme digitali, come blogs e siti di co-sellers, mezzi utili per diffondere le sue creazioni e fare network.

© Franta Ági

© Franta Ági

Nel prossimo futuro, Franta Ági sarà impegnata a sviluppare la sua stAArlight, con nuovi colori, nuove forme e tante altre idee.

www.frantaagi.com