Vi porto oggi in un nuovo luogo che ho da poco scoperto a Budapest, durante le passeggiate senza meta per le quali ritaglio del tempo appena posso, e che a fatica ho ritrovato nel groviglio di strade, nascoste oltre il Körút, tra Kálvin tér e Astoria.

Károlyi Kert è un giardino pubblico estremamente curato, che soprattutto gli abitanti della zona utilizzano come estensione della propria casa, dotata spesso di uno spazio verde che non va più in là di qualche geraneo sul davanzale.

Károlyi Kert

Károlyi Kert, Budapest

Questo luogo è in realtà il giardino di ognuno di noi, dove lo scorrere del tempo è scandito dalle azioni più semplici e quotidiane, e allo stesso tempo più dense di vita: i bambini giocano instancabilmente nelle piazzole colme di sabbia, gli anziani arzilli amano trascorrere le ore in compagnia sulle panchine, vestiti a festa come fosse ogni giorno domenica, i giovani leggono, si incontrano, organizzano piccoli pic-nic.

Károlyi Kert

Károlyi Kert, Budapest

Károlyi Kert e il piccolo mondo che lo circonda, città dentro la città, è un microcosmo, appena dietro i grandi viali trafficati e principali arterie di comunicazione, popolato da piccoli palazzetti art nouveau e attività commerciali di quartiere, poche inferriate alle finestre con i davanzali ricolmi di fiori, e una calma che fortemente contrasta con le strade caotiche di appena un isolato più in là.

Károlyi Kert

Károlyi Kert, Budapest

Károlyi Kert

Károlyi Kert, Budapest

Budapest ha mille storie da raccontare e ogni tanto vale la pena mettere un paio di scarpe comode e perdersi un po’ per le sue strade, lasciandosi guidare dalle cose che a prima vista ci incuriosiscono, lungo un percorso emozionale, nel quale spesso troveremo più di quello che ci saremmo aspettati.