Una grande retrospettiva sull’artista americano Bruce Nauman ospitata alla Galleria Nazionale di Hamburger Bahnhof – Museum für Gegenwart di Berlino.

Le sue opere sono espresse con tutti i mezzi artistici a disposizione. Sperimenta il video, la scultura, la performance, ecc…Presentandole con luci colorate, neon, filmati, video installazioni a circuito chiuso e proiezioni multiple monumentali, con l’accompagnamento di parole, suoni e musica.

Qui troviamo lavori come il suo Corridoio (1969), dove i visitatori sono registrati da una telecamera e poi invitati a confrontarsi con la propria immagine. Tappa importante per la sua arte,che instaura un nuovo rapporto tra artista e spettatore diventando un’attenta analisi delle nostre emozioni e sui nostri stati psicologici più nascosti.

Nauman si è interessato, anche, ai comuni modelli e stereotipi della gestualità e del linguaggio, per dimostrare la tensione e la pressione del nostro vivere contemporaneo.

Si è poi spinto a creare ambienti visitabili approfondendo la ricerca delle “architetture dell’esperienza”.

Una altra delle sue opere più famose è la spirale di neon colorati che compone la scritta “The true artist helps the world by revealing mystic truths” (”Il vero artista aiuta il mondo rivelando verità mistiche”). Qui ritroviamo un altro dei temi principali del suo percorso artistico.

L’interesse di Nauman per la potenzialità e la manipolazione del linguaggio, attraverso giochi di parole e ripetizioni, ponendo l’accento verso le forme di controllo e le possibili reazioni dello spettatore alle sollecitazioni ambientali.

Proprio lui che è sempre stato così restio a parlare del suo lavoro, che non ha mai voluto contribuire al discorso critico.

Credo che il punto in cui il linguaggio comincia a non funzionare più come utile strumento di comunicazione sia anche quello in cui si verificano la poesia e l’arte”

(da luglio 2010 al 10 ottobre 2010).

BIOGRAFIA

Bruce Nauman è nato a Fort Wayne (Indiana) nel 1941. Dal suo debutto a Los Angeles, nel 1966, ha esposto nei più importanti musei del mondo. Ha ricevuto il Leone d’oro alla Biennale di Venezia del 1999. Nel 2004 ha ricevuto il Praemium Imperiale per la scultura. Dal 1979 vive nei pressi di Galisteo (New Mexico), dove allena cavalli tra una mostra e l’altra. Janet Kraynak insegna Storia dell’arte alla State University di New York.