Qualcuno mi ha già ribattezzata la “bulletta del Raval”: come dargli torto?

Il cuscus di etnie che popola il barrio più cosmopolita della città (meglio noto come Ravalistan) si ritrova nella Calle Joaquín Costa, dove call center indiani, macellerie halal e fruttivendoli pakistani si susseguono a gallerie d’arte indipendente (ricordate El Bigote del Sr. Smith?), bar hipster e parrucchieri glam.

Rulo Peluqueria © Jesùs Leita

Al numero 52, non passa inosservata la Rulo Peluqueria con i suoi interni minimal: le teste più cool di Barcellona si danno appuntamento qui.

The Dog is Hot © The Dog is Hot

Stanchi del proliferare di ristoranti votati alla religione degli hamburger gourmet? The dog is hot, con la sua vasta scelta di hot dog (c’è persino quello vegetariano), non vi deluderà. Provate a indovinare quale sarà il prossimo food-trend!

Non appartenete veramente al popolo del Raval se nel week-end non vi trattenete fino alla chiusura del Betty Ford, tra un Ron Cola e un Whiskey Sour. Quando alle 2.30 il buttafuori vi indicherà gentilmente l’uscita, via su uno skate in direzione del prossimo party!

Illustrazione: Cecilia Milza