Lo aspettavamo tanto questo ritorno di Justin Vernon, cuore e mente dei Bon Iver, così tanto che forse le aspettative hanno offuscato ogni orizzonte e il primo ascolto del nuovo album 22, A Million ci ha lasciati un po’ spiazzati.

It might be over soon“, così inizia 22 (OVER S∞∞N), prima traccia del disco. L’attitudine di Vernon non si può dire di certo troppo cambiata: restano le sue lune d’inquietudine, quel che cambia è il focus d’attenzione. Se i precedenti lavori erano più centrati sul suo mondo interiore, con 22, A Million l’attenzione si sposta a un livello superiore. Traccia dopo traccia ritroviamo nei testi la caducità delle cose, i pezzi che perdiamo per strada e non ritroviamo più, ciò che inizia in un modo per poi trasformarsi in tutt’altro. Lo sguardo è su un mondo instabile, di equilibri precari e forse illusori, in cui ci troviamo disorientati.

Justin Vernon non ha cambiato solamente l’inquadratura delle sue canzoni, ne ha anche fatto tutta un’altra musica. I tempi delle tinte folk intimiste di For Emma, Forever Ago e dell’omonimo album Bon Iver sembrano lontani. Dall’uscita dell’ultimo disco sono passati 5 anni, e per la sua terza pubblicazione Vernon ha deciso di sperimentare. Ecco che ora troviamo una voce extra effettata, processata, glitchata. Un album super prodotto che stende un velo tra la realtà e la percezione delle cose.

Un super lavoro artificioso, con pro e contro. Se da una parte è indubbia la bravura di Vernon nel tracciare nuovi sentieri inaspettati alle orecchie di chi ascolta, dall’altra questo lavoro perde un po’ di quella naturalezza che ci portava le canzoni di Bon Iver dritte al cuore.

Tra qualche settimana i Bon Iver partiranno in tour, e non posso chiudere questo articolo senza citare la bella iniziativa che li accompagnerà durante tutte le tappe. 2 A Million è una campagna che vuole portare l’attenzione delle persone sull’uguaglianza di genere: la band collaborerà con enti no profit locali attraverso una raccolta fondi volta a mettere fine agli abusi, alle violenze domestiche e ad ogni tipo di disuguaglianza a cui le donne sono ancora costrette a sottostare. Sarà possibile contribuire alla raccolta fondi mandando un sms con scritto 2AM al numero 56512, oppure, per i più fortunati che si godranno lo spettacolo live, facendo una donazione ai volontari che saranno presenti proprio accanto al banchetto del merch.

__

Abbiamo parlato di Bon Iver anche in uno Spoglierò Simon le Bon e la sua “33 God” la trovate nella Cassettina di settembre.