La tapenade.

Il sole caldo della primavera mette subito voglia di passare più tempo in giro, di mangiare cose più buone, di stare in compagnia. E un aperitivo all’aria aperta, che sia in terrazzo, in balcone o in giardino è uno dei momenti perfetti della bella stagione.

Bonappetittapenade_Cosebelle_04

Un elemento tipico di ogni aperitivo provenzale è la tapenade, una salsa molto saporita a base di olive e capperi, anima gemella del pane tostato, e che accompagnata da un bicchiere di rosé ben fresco e da un venticello leggero, diventa già un preludio d’estate.

Bonappetittapenade_Cosebelle_03

La tapenade deve il suo nome al termine occitano “tapena” (i capperi) ed è stata inventata per utilizzare le olive danneggiate durante la raccolta, buone ancora da mangiare, ma ormai invendibili. E mai idea riciclosa fu più fortunata, in tutto il Midi della Francia un aperitivo non è tale senza almeno una variante di tapenade in tavola. La versione tradizionale è a base di olive (verdi o nere), capperi e acciughe, ma esistono molte varianti, più o meno diffuse, ed è possibile preparare una tapenade con il tonno, con i pomodori secchi o anche con le melanzane.

Ecco la ricetta tradizionale e più amata.

Tapenade Noire

Tapenade Noire

Clicca qui per scaricare la ricetta