Ok, mi ero ripromessa di parlarvi sempre di novità, ma nel periodo estivo diminuisce il numero di serie tv e aumentano le occasioni per recuperarne altre. Questo mese torniamo indietro nel tempo con Bomb Girls, splendido period drama ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale.

bombgirls

Canada, 1941: gli uomini sono al fronte, tocca alle donne rimboccarsi le maniche e sporcarsi le mani lungo la catena di montaggio in una fabbrica di munizioni. C’è bisogno di bombe per sconfiggere la minaccia nazista e le ragazze non vedono l’ora di dare il loro contributo.

Al centro della narrazione troviamo il personaggio di Gladys Witham, elegantissima ereditiera che, all’insaputa dei genitori snob, decide di “arruolarsi” in fabbrica. Una volta superata la diffidenza iniziale delle compagne, Gladys saprà ritagliarsi il ruolo di leader grazie alla sua genuinità e stringerà un forte legame di amicizia con l’energica Betty, la timida Kate e Vera, la più frivola e disinibita del gruppo.

A supervisionare le ragazze dentro e fuori dalla fabbrica c’è Lorna (interpretata da Meg Tilly), cinquantenne madre di famiglia e moglie di un reduce della Grande Guerra. La sua quotidianità è scandita da regole, doveri e severi princìpi morali, ma l’attrazione verso il tenebroso italo-canadese Marco Moretti farà vacillare le sue convinzioni.

Bombgirls-Gladys-03

Il bello di Bomb Girls è che non assume mai toni drammatici come nei film di genere: la guerra e i suoi orrori sono lontani e le ragazze si trovano nel pieno della giovinezza. Nessun coprifuoco può impedire loro di uscire, frequentare club fumosi, bere un paio di cocktail e magari fare nuovi e stimolanti incontri, anche se il pensiero è sempre rivolto agli uomini oltreoceano.

Bomb Girls è una serie tv piena di ritmo e appassionante che racconta in maniera leggera, ma non superficiale, la semplicità delle donne di quell’epoca e la nascita dell’emancipazione femminile. In attesa di vincere la guerra, godiamoci anche il trionfo della moda grazie alla fedele ricostruzione dei costumi: turbanti, pencil skirts, giacche ricamate, onde tra i capelli e deliziosi cappellini. Se vi piacciono il vero look da pin up anni ’40, lo swing e i conflitti interiori, non potrete fare a meno di Bomb Girls. Lavoratrici di tutto il mondo unitevi…We can do it!

Gladys e Betty