BIENNALE DI VENEZIA GAS GIANT_00

Si sa, non tutte le settimane dell’anno sono uguali. Prendete questa, per esempio: magari, in apparenza, vi sembra identica alle precedenti. Eppure no, non lo è. Sabato 1 giugno apre al pubblico la 55° Esposizione Internazionale d’arte di Venezia, il più importante evento italiano e tra i maggiori al mondo dedicato all’ arte contemporanea, curato quest’anno dal “nostro” Massimiliano Gioni. Perchè dovrebbe incidere sul corso dei prossimi giorni? Mentre intorno a noi ogni certezza sobbalza, traballa e talvolta si sbriciola, la Biennale dalla fine dell’Ottocento è al suo posto, presentando il respiro, i timori e gli approdi degli artisti del nostro tempo (e traghettando in Veneto, in un periodo di oltre cinque mesi, un pubblico a sei cifre).

Prima di iniziare a mostrarvi le cosebelle di questa edizione, girando nei padiglioni nazionali, nei Giardini e nell’Arsenale al pari degli anni passati, vi diamo un consiglio: come per l’ultima Biennale di Architettura, la Fondazione Querini Stampalia si preannuncia come una delle tappe imperdibili. Specie per gli amanti degli aquiloni.

BIENNALE DI VENEZIA GAS GIANT_01BIENNALE DI VENEZIA GAS GIANT_02

Lo statunitense Jacob Hashimoto (classe 1973), per la seconda volta alla Biennale, è l’autore di GAS GIANT, una colossale installazione nella quale 10.000 aquiloni in carta e bambù, realizzati a mano dall’artista e in prevalenza di colore bianco, occuperanno gli spazi interni della Fondazione. Grazie ad un sistema di ancoraggio, costituito da catene e staffe a muro, gli aquiloni saranno disposti dall’ingresso fino all’ultimo livello del palazzo veneziano, a frequenza variabile, fino a condensarsi originando una sorta di nube. Sarà un paesaggio leggero e capace di vibrare al passaggio dei visitatori, nel quale sarà possibile rintracciare il “sentimento dell’infanzia e del rapporto con la natura, più che della singola tradizione giapponese”, come ha indicato l’artista, affermando anche che come esista “una componente giocosa nel mio lavoro: gli elementi stilistici che utilizzo hanno a che fare con un generale  sentimento di nostalgia…”

BIENNALE DI VENEZIA GAS GIANT_03

GAS GIANT si candida ad essere un intervento capace di superare le tradizionali classificazione delle arti: avrà le sembianze di un’architettura di carta, seppur racchiusa in un edificio storico, ma strizzerà l’occhio anche alla scultura ambientale, alla pittura e alla grafica, grazie alla compresenza di pattern colorati, motivi geometrici e fitomorfi alternati al bianco candido della carta non trattata. Sarà davvero magica come promette? Non resta che visitarla. 😉

BIENNALE DI VENEZIA GAS GIANT_04 

JACOB HASHIMOTO – GAS GIANT 

Dove&Quando: Fondazione Querini Stampalia, Venezia – Dal 29 maggio al 1 settembre 2013
A cura di: Galleria Studio La Città, Verona
More info: la mostra è  accompagnata dal primo catalogo monografico sull’opera di Hashimoto, edito da Marsilio Editori e curato da Luca Massimo Barbero


Foto Credits: Cesar Arredondo