Il concetto di BB cream è forse il più attraente di tutte le novità cosmetiche degli ultimi anni: perché affannarsi con creme idratanti, sieri, primer, protezione solare e fondotinta quando puoi avere tutto in un prodotto?

Bel concetto davvero, già, ma nella pratica non è poi tutto così semplice, innanzitutto per una problematica essenziale: quale BB cream scegliere? E che cosa diamine sono le CC cream, proprio ora che avevamo capito come funzionano le BB?

Andiamo con ordine.

Le BB cream sono creme di origine asiatica, beauty balm letteralmente, una sorta di evoluzione delle creme colorate che riuniscono in un solo prodotto, a seconda delle marche considerate, gli essenziali per la cura del viso. L’azione, soprattutto per la versione originale, è leggermente schiarente, uniformano il colorito, proteggono dal sole (arrivando anche a SPF 50 in alcuni casi), hanno una copertura pari ad un fondotinta medio e, a seconda del tipo di pelle per cui sono studiate, hanno anche effetti curativi.

Il brand asiatico più famoso in Europa? Sicuramente la Missha, qui dove acquistarle online anche dall’Italia.

Missha bb cream

Missha bb cream Cosebelle magazine

Praticamente allo stesso livello i prodotti Dr Brandt, in Italia venduti in esclusiva da Sephora.

CC cream Dr Brandt Cosebella magazine review Shinerase

Il brand fa capo ad un noto dermatologo americano, Fredric Brandt, e al suo team di ricerca per soluzioni sempre più all’avanguardia per la pelle.

DrBrandt_Cosebelle_InterviewMagazine_3

(photo credits: Interview Magazine)

Proprio quando ci eravamo decise ad entrare nel mondo BB, essenzialmente per risolvere una volta per tutte l’annoso problema della tripletta crema idratante-protezione solare-fondotinta, cosa succede? Eccole lì, le CC cream.

Cosa sono è presto detto: una versione delle BB cream più focalizzata sulla copertura di macchie, discromie, inestetismi e pori dilatati. Anche questa, però, è una distinzione non così netta e sarà possibile ritrovarvi con BB cream con promesse da CC cream e viceversa. Una gran confusione.

Per risolvere il problema alla radice ci siamo affidate al marketing e cioè al lancio in pompa magna di un nuovo prodotto per il mercato italiano, lancio effettuato da Sephora più di un mese fa della CC cream Dr Brandt: CC cream with signature shinerase .

CC cream Dr Brandt Cosebella magazine review Shinerase

Approfittando del servizio Sephora di testing abbiamo dato il via ad una consistente prova su strada per tre settimane precise, sufficienti per convincerci.

Il servizio di testing non è altro che la possibilità di testare una crema o un fondotinta prima di acquistarlo, per evitare acquisti ciofeca: richiedetelo ogni volta che potete nelle profumerie Sephora.

La CC cream uniforma l’incarnato, attenua i pori dilatati, non appesantisce la pelle e, per qualche imperfezione in più sarà sufficiente il solito correttore. Abbiamo scelto di applicarla comunque dopo la crema idratante e poi abbiamo aggiunto un velo di cipria. Niente altro.

Sorprendentemente non solo abbiamo rinunciato al fondotinta, ma l’effetto shinerase funziona e, applicata la mattina, abbiamo potuto concederci il lusso di ritoccare con la cipria anche alle 18.

La crema, specifica per pelli da miste a grasse o molto oleose, promette anche un’azione trattante per la pelle a tendenza acneica e un SPF 30 senza soffocare la pelle.

Se avete bisogno di più coprenza il nostro consiglio è di abbinarla ad un fondotinta minerale.

CC mat with signature Shinerase, Dr Brandt, 39.50 euro presso tutti gli store Sephora.