L’amore non va in vacanza, gli innamorati sì.

barbielovesisrael_cosebelle_3
Ogni tanto bisogna ricredersi. Cambiare idea, anche sulle cose che proprio non vanno giù. Ma per farlo, qualche volta è necessario un incontro.
Prendete la Barbie: io non l’ho mai sopportata, e pensavo che mai sarei riuscita ad interessarmi alle sue avventure. In realtà, più che un odio, il nostro è sempre stato un reciproco ignorarsi, del tipo che Barbie non ha mai fatto veramente nulla per piacermi, sia da bambina (non aveva né una spada né la macchina truccata, cose che all’epoca apprezzavo molto) sia da adolescente (quando “Barbie” è diventato sinonimo di quelletipemoltopiùfighedime), sia, a maggior ragione, da grande (la mia frase tipica è che avrei dovuto capire tutto della vita quando ho visto per la prima volta Ken nudo, ed era senza palle). Dunque si capisce che tra di noi non ci sia mai stata poi tanta simpatia.

barbielovesisrael_cosebelle_2
Ma poi ho incontrato Barbie Loves Israel, e qualcosa nei miei preconcetti è crollato.
Questo perché le fotografie dei fidanzati più famosi del mondo in Israele non sono solo indiscutibilmente belle, ma sono anche riuscite nella missione impossibile: farmi pensare a quanto dev’essere stato divertente armeggiare con bambolotti e accessori per realizzarle. E poi, se è vero che tutte le storie sono storie d’amore (cit.), anche questa non fa eccezione. Barbie e Ken, infatti, non sono altro che l’alter ego di una coppia italiana in trasferta: lei, Maria Giovanna Callea, lavora a Milano in pubblicità; lui, Enrico Pescantini, fa il fotografo a Mumbai: per ritrovarsi, una vacanza in medioriente immortalata da immagini meravigliose.

barbielovesisrael_cosebelle_0
Potevamo forse non incuriosirci davanti a tutto questo? Ma certo che no! E infatti, abbiamo incontrato Maria Giovanna per farle qualche domanda sul suo bellissimo progetto.

COSEBELLE: Ciao, Maria Giovanna! Raccontaci di voi e di com’è nata l’idea di Barbie Loves Israel.
MARIA GIOVANNA CALLEA: Ciao! Quando abbiamo programmato il nostro viaggio in Israele io ed Enrico, il mio ragazzo, vivevamo lontani, lui era a Mumbai per lavoro e io qui a Milano.
Barbie Loves Israel è nato divertendoci a testimoniare in modo ironico il nostro viaggio con degli alter ego: Ken infatti è indiano, i suoi abiti originali sono tipici e molto belli come si vede all’aeroporto alla sua partenza, Barbie invece è partita da Milano, e si sono incontrati a Tel Aviv.

barbielovesisrael_cosebelle_4

barbielovesisrael_cosebelle_1

CB: Perché avete scelto proprio Israele?
MGC: Israele è un Paese affascinante, ovviamente per le diverse culture che si concentrano, ma anche per i paesaggi unici e incredibilmente diversi che si incontrano in pochi chilometri. Dal mare, alla montagna, al deserto, è stato tutto un perfetto set per il nostro progetto.

CB: Qual è la cosa più strana che vi è capitata durante gli scatti?
MGC: E’ stato divertente scattare sul Mar Morto, dove tutto galleggia ed è un po’ surreale, ma forse la cosa davvero strana ci è successa sul monte Sodoma, un paesaggio lunare fatto quasi completamente di sale, dove abbiamo simulato un incidente per i nostri eroi. Un paio di giorni dopo anche noi abbiamo avuto un piccolo incidente! Fortunatamente niente di grave, sia per noi che per Barbie e Ken!

barbielovesisrael_cosebelle_5

CB: Avete in programma altri viaggi per Barbie e Ken?
MGC: Ci siamo divertiti moltissimo sia nella preparazione di Barbie Loves Israel che durante il viaggio, ma per ora non abbiamo previsto di portare avanti il progetto con altre “tappe”. Poi, chissà.

CB: I vestiti e gli accessori di Barbie e Ken sono bellissimi e moderni, sei tu a confezionarli o li comprate in giro?
MGC: Mi sono cimentata con un paio di vestiti e gonne per Barbie, ma la maggior parte di quanto abbiamo utilizzato sono vestiti e accessori originali, che mi sono divertita tantissimo a scegliere, immaginando sin da subito ipotetici accostamenti per le diverse occasioni.

CB: Qual è il viaggio che sogni per Barbie (e per voi, ovviamente)?
MGC: Per me sogno un safari in Africa, ma non so se Barbie sarebbe a suo agio sui suoi tacchi nella savana.

barbielovesisrael_cosebelle_6

Noi ci auguriamo che Barbie e Ken decidano di fare un altro viaggio.
Nell’attesa, però, potete godervi le loro foto in Israele al Kitsch bar, in corso Sempione, 5, a Milano. Il vernissage è previsto per mercoledì 30 gennaio alle ore 20.00. Un incontro perfetto per chi ama i viaggi, le fotografie, le storie belle e Barbie e Ken. Ma anche per chi, una volta tanto, ha voglia di cambiare idea.