DAN GRAHAM & GABRIELE BASILICO
A cura di Maurizio Bortolotti

Avete tempo fino al 21 maggio per fare una gita fuori porta per visitare la mostra di Gabriele Basilico e Dan Graham, dal titolo Unidentified Modern City. Globalized Brescia.

Dan Graham qualche anno fa ha pubblicato un libro: “Walker Evans & Dan Graham”, un dialogo tra il suo lavoro e quello del famoso fotografo americano. Oggi, dopo molti anni, Massimo Minini e Dan Graham decidono di ripetere quell’esperienza, scegliendo come fotografo, Gabriele Basilico. Durante il mese di agosto, hanno vagato per la città deserta, alla ricerca di questi scatti. Basilico, molto professionale, con il suo inseparabile banco ottico, mentre Graham, come un bravo americano in vacanza, utilizza solo macchinette compatte. Operazione riuscita! Non sembra nemmeno Brescia…

Durante l’inaugurazione Graham afferma: “Il punto centrale delle mie fotografie della periferia suburbana del dopoguerra a Brescia è stato senza dubbio influenzato dalla mia esperienza d’infanzia trascorsa nella periferia di New York. Il paesaggio della mia infanzia erano i centri commerciali, i primi McDonald’s, una bassa densità di zone di produzione e piccoli capannoni che ospitavano uffici. Questi erano tutti collocati nella nuova espansione dei sobborghi periferici, ancora percorsi da poche autostrade. Ho fotografato le case delle famiglie della classe lavoratrice, del New Jersey e di Brescia, che si sono mosse verso la piccola borghesia (classe medio-bassa), rappresentata nelle facciate delle strade in falso stile ‘neo classicista’, con connotazioni di falso lusso nei dettagli decorativi”.


Galleria Massimo Minini Brescia