Il 2015 per tutto il settore spaziale è un anno pieno di anniversari importanti, di eventi di portata storica da celebrare a dovere. Già qualche mese fa Balle Spaziali aveva celebrato il decennale dell’atterraggio della sonda Huygens su Titano, ma ora è il momento di celebrare il cinquantenario delle passeggiate spaziali.

Ballespaziali50annidieva_Cosebelle_01

Luca Parmitano EVA 23
Credit: NASA

Tecnicamente si chiamano EVA (ExtraVehicular Activity – Attività extraveicolari), si tratta delle attività che gli astronauti devono eseguire al di fuori della navetta spaziale, agganciati a bracci robotici e indossando le famose tute spaziali.

Ballespaziali50annidieva_Cosebelle_02

Leonov’s spacewalk
Credit: Ria Novosti/Science Photo Library

Il cosmonauta russo Alexey Leonov è stato il primo uomo a camminare nello spazio. Il 18 marzo 1965, durante la missione Voskhod 2, il cosmonauta sovietico è rimasto per circa 12 minuti collegato alla capsula mediante un cavo di sicurezza, a 500 km da Terra, per testare la sicurezza e la manovrabilità della sua tuta spaziale. Ma qualcosa andò storto: al momento di rientrare nella capsula la tuta si gonfiò improvvisamente come un pallone, tanto che Leonov riuscì a stento a rientrare all’interno dell’airlock, questa manovra fu talmente faticosa che il suo corpo perse, solo quel giorno, 6 kg di peso!

In pieno clima da Guerra Fredda, gli americani non fecero passare molto tempo prima di rispondere al successo sovietico: il 3 giugno dello stesso anno, infatti, l’astronauta statunitense Ed White, durante la missione Gemini 4, rimane fuori dalla navicella per 23 minuti.

Ballespaziali50annidieva_Cosebelle_03

Ed White: First American Spacewalker
Credit: NASA

Da quell’anno a oggi sono state effettuate quasi 400 EVA: sicuramente da ricordare la prima passeggiata senza cavo di sicurezza effettuata del febbraio 1984 da Bruce McCandless, che si spinse a ben 100 m dallo Shuttle per sperimentare la Manned Maneuvering Unit (MMU), cioè uno zaino a propulsione per ritornare alla navicella. Ma anche i vari allunaggi possono essere annoverati come EVA. Nel 1971 Al Worden fu il primo a passeggiare nello spazio profondo, cioè lontano dalle orbite della Terra o della Luna, mentre la prima donna fu invece Svetlana Eugenevna Savickaja il 25 luglio 1984 mentre era a bordo della stazione spaziale Salyut 7. La prima EVA di un astronauta italiano è stata quella di Luca Parmitano il 9 luglio 2013 durante la missione Volare a bordo della ISS (di cui vi avevo parlato qui)

BALLE SPAZIALI è solo su Cosebelle Mag