BalleSpaziali_CosebelleMagazinne00

Che fine hanno fatto i marziani???

Qualche settimana fa ho partecipato per l’ennesima volta a una conferenza di Charles Elachi (prima o poi mi denuncerà per stalking!). Già immagino le vostre facce perplesse: chi diavolo è Charles Elachi? Il Dr. Charles Elachi è il direttore del JPL Jet Propulsion Laboratory, ovvero il laboratorio del Politecnico della California che che si occupa di ricerca in ambito aerospaziale per conto della NASA.
A inizio Agosto 2012 è atterrato sul pianeta rosso il Mars Science Laboratory, (amichevolmente soprannominato Curiosity), lanciato dal JPL per una missione lunga un anno marziano (circa due terrestri). Il compito di questo robottino è trivellare Marte alla ricerca di evidenze scientifiche sulla possibili forme di vita passata su questo pianeta. Qualche giorno prima della conferenza, i media internazionali avevano diffuso la notizia della scoperta da parte del rover Curiosity di segni di vita su Marte. Il Dr. Elachi, bombardato di domande durante la conferenza, ha smentito tutto, spiegando che Curiosity non possiede strumenti specifici per rilevare una presenza biologica, ma soltanto strumenti chimici. Quindi, nonostante possa captare materiale organico, non significa che si tratti necessariamente di vita! La speranza di trovarsi faccia a faccia con ET è l’ultima a morire, ma, per il momento, continuiamo a essere gli unici esseri viventi della galassia.

BalleSpaziali_CosebelleMagazinne01

Gli americani sono dei geni del marketing, non perdetevi il video creato per spiegare il complicato atterraggio del rover. E’ così thrilling!

Foto e video © NASA/JPL-Caltech