Dov’è finita l’estate?
Non posso dire di non averci provato. Sto inneggiando all’estate da marzo. “Fa caldo, è ora di iniziare a pensare alla prova costume” ci siamo dette. E giù centrifughe lo-fi per fare il carico di vitamina C e caipiroske alla fragola per autocommiserarci non appena iniziata la dieta.
Ma nonostante i nostri sforzi l’estate sta lì, ci guarda dall’alto in basso, snobba la grandine sulle nostre scarpine di tela e ci fa un bel ‘tsk’ sprezzante.
Ah si? E allora, cara estate, beccati una baked potato calda e goduriosa. Che almeno ste serate fredde e piovose qualcuno dovrà pure allietarcele!

Ingredienti (per 2):
2 patate grandi
1 fetta di formaggio asiago fresco
1 fetta di formaggio asiago stagionato
1 ciuffi di spinaci o erbette da cuocere
6 funghi
1 spicchio d’aglio
sale, olio, pepe bianco

Laviamo bene le patate dalla terra, ungiamole con olio extravergine d’oliva (con tutta la buccia) e mettiamole in una teglia in forno a 200° fino a quando infilando uno stecchino non sentiremo che sono cotte (più o meno una mezz’ora dopo).

Intanto lessiamo le verdure e ripassiamole in padella con olio e aglio. Stessa cosa facciamo con i funghi che puliamo, tagliamo e cuociamo in padella con l’aglio. Tiriamo fuori le patate dal forno e apriamole in quattro.

Aggiungiamo il formaggio, le verdure e i funghi e rimettiamo in forno per 10 minuti, infine spolveriamo con pepe bianco.

Ora, cara estate, vedi la mia provocazione come quella di un ragazzo che aspetta l’autobus da venti minuti. Ha fame, ha un sacco di cose da fare e si trova alla fermata insieme a un sacco di persone che cominciano a lamentarsi. Ha dimenticato a casa pure l’iPod. Ecco, lui per provocare l’autobus tirerà fuori dallo zaino un pacchetto di sigarette, ne prenderà una e comincerà a chiedere a gran voce a tutti un accendino. L’autobus si vedrà all’orizzonte solo quando lui avrà portato la sigaretta alla bocca per il secondo o terzo tiro.
Così io ti sfido, Estate. Mi mangio le baked potatoes. E tu che fai?