Autocostruzione creativa in Sicilia 00

Autocostruzione creativa in Sicilia | photo credits Lorena Caruana

Ecco cosa è accaduto dal 1 al 4 febbraio nella Farm di Butera, antica masseria siciliana, suggestiva e stimolante, parco culturale e turistico, residenza di campagna ma anche galleria d’arte contemporanea, contenitore di installazioni permanenti e temporanee. Il proprietario, Andrea Bartoli, e tutta la sua famiglia hanno aperto le porte e hanno accolto 13 giovani architetti provenienti da tutta Italia, per sperimentare nuove forme di condivisione del lavoro e dello spazio. La masseria di Butera è un’appendice della Farm Cultural Park,  il luogo della ricezione turistica e dell’accoglienza, il luogo dello stare, ma anche il luogo della sfida di Andrea: a lui si deve l’avvio di un processo di trasformazione dell’azienda e degli ettari di vigneto ed uliveto intorno, in un’ottica di sostenibilità, di produzione biologica, secondo i principi della permacultura.

Autocostruzione creativa in Sicilia 01

Autocostruzione creativa in Sicilia | photo credits Lorena Caruana

La Farm Cultural Park nasce a Favara, nel cuore della Sicilia, vicino alla valle dei templi di Agrigento, come centro culturale che favorisce la ricerca e la sperimentazione artistica. Nei suoi spazi, a partire dai Sette Cortili, vengono prodotti eventi culturali con una ricaduta sul territorio locale e nazionale e  il coinvolgimento di artisti italiani ed internazionali, in un clima di grande fermento e partecipazione collettiva:  gli obiettivi perseguiti attraverso questi interventi sono  l’utilizzo e la trasformazione dello spazio pubblico. Insieme ai ragazzi di DettoFatto Lab, un laboratorio itinerante di design e architettura, è stato organizzato un cantiere di autocostruzione, con lo scopo di realizzare i primi manufatti utili all’avvio di questo processo: una piccola serra, un pollaio mobile e alcuni complementi di arredo per la fruizione dello spazio esterno. Il format proposto e appositamente rivisitato, è stato quello di 72HUA, una competizione di architettura in tempo reale in cui team internazionali composti da architetti, designer, artisti, studenti e artigiani, sono chiamati a progettare e realizzare interventi nello spazio pubblico, con un budget e un tempo limitati, in risposta alle esigenze delle comunità locali. Dopo 4 giorni e 3 notti per lo più insonni, in un clima di rilassata e conviviale collaborazione, senza alcuna forma di competizione, all’interno di una officina-laboratorio allestita per l’occasione, hanno preso vita questi sorprendenti progetti!

Autocostruzione creativa in Sicilia

Serra Lady Flower | Photo credits Lorena Caruana

Autocostruzione creativa in Sicilia 04

Serra Lady Flower 02 | Photo credits Lorena Caruana

>> Lady Flower (team di progettazione: Lascia la Scia, DettoFatto)
Una serra caratterizzata da una forma semplice e funzionale; Lady Flower accoglie un semenzaio che funziona come accumulo termico per compensare gli sbalzi notturni di temperatura.

Autocostruzione creativa in Sicilia 05

Lapollo x12 | Photo credits Lorena Caruana

Autocostruzione creativa in Sicilia 06

Lapollo x12 | Photo credits Lorena Caruana

>> Lapollo x12 (team di progettazione: Studiodeda, naCa, con la collaborazione di DettoFatto)
Un pollaio semovente che si aggira tra i campi della Farm, una navicella terrestre bioclimatica, una fortezza in legno per galline felici da poter addossare ad una parete per raccogliere le uova senza uscire di casa.

Autocostruzione creativa in Sicilia 07

Labbiocco | Photo credits Lorena Caruana

Autocostruzione creativa in Sicilia 08

Labbiocco | Photo credits Lorena Caruana

>> Labbiocco (team di progettazione: DettoFatto, V. Occhipinti)
Una serie di arredi, sedute e tavoli per il relax, oggetti multifunzionali, componibili, accostabili e trasportabili.

… e tutto questo è solo l’inizio!