Settembre coincide, spesso, con tempi di cambiamenti.

Iniziano nuove cose e si abbandonano le vecchie. Un anno fa, ad esempio, coincideva con il mio trasferimento a Parigi.

Ci si muove a piccoli passi in città, tra conoscenze di un giorno (a volte un minuto visti gli imbarazzanti e probabili impacci con la lingua) e quelle che speri durino una vita, e che ti porterai fieramente e un po’ gelosamente con te.

E’ passato un anno e la storia si ripete. Il ciclo delle stagioni parla chiaro: deve cambiare qualcosa.

Condividere è un pò il modo per fissare nella memoria il passaggio in città.
Un piccolo vademecum da conservare e all’occorrenza lanciare nella prossima valigia:

1. Se siete a Parigi e volete sapere che serata scegliere senza incappare in posti turistici, Le Bonbon Nuit è l’amico fidato. Un libretto gratuito, sia digitale che cartaceo, similare al nostro Zero.

2. Airbnb è il miglior metodo per cercare un alloggio in città tra “amici”. Persone del posto che affittano la propria casa perchè assenti in quel momento (potete affittarci anche la vostra, se l’avete/volete).

3. AltraParis è il sito per gli italiani a Parigi. Ok, suona un po’ di guida turistica anni 90, ma in realtà questo sito segnala i migliori eventi in corso e in programmazione, scritti in italiano (a volte tradotti brutalmente dal francese, nella lingua internazionale di google translate).

4. Paulette è il blog parigino di riferimento per tutto ciò che riguarda sdolcinatezze anticonformiste e ritagli raffinati di fashion female. Raccoglie notizie di moda, arte, musica ed è scritto da sole ragazze.

5. Novaplanet è una radio, anzi la radio di Parigi che per tutto il giorno ti fa salire la voglia di lasciare la casa in disordine ed uscire.

E ora… ora non resta che uscire a prendere un macaron a Ladurée. Sì, di Milano.