© Maddalena Tosadori

© Maddalena Tosadori

Gallerie d’arte, brunch, parchi, aperitivi, musei: regalarsi un weekend a Berlino è una ventata d’aria fresca per la propria creatività, da concedersi di tanto in tanto. Respirare per qualche giorno un’atmosfera di trasformazione e relax e allo stesso tempo elettrizzante e utile per ricaricare le batterie. E abbiamo pensato di proporvi di farlo… in bici! Infatti quando una città coniuga verde, spazi ampi e sicurezza, girarla in bicicletta non può essere che un piacere e un’opportunità. Opportunità molteplice di scoprirne i particolari da vicino, di capirne meglio l’assetto urbano e- la più importante- di dare un’occhiata a come se la vivono i residenti, la loro Berlino. La stagione è quella giusta, che aspettate?

appuntiberlino_cosebelle_02

© Maddalena Tosadori

Le opzioni di itinerario sono quasi infinite, noi consigliamo di affidarvi alla guida City Cycling edita da Rapha e pubblicata in Italia da L’ippocampo, che contiene mappe piuttosto dettagliate, percorsi per esplorare i diversi quartieri e consigli sfiziosi per trarre il massimo dalla vostra avventura come ciclisti urbani.

City Cycling Guide - Berlin

City Cycling Guide – Berlin

Pillole di itinerario

Per chi non ha mai visitato la capitale, l’idea migliore è quella di affrontare un percorso che attraversi diversi quartieri, toccando i punti di maggior interesse turistico. Se avete nelle gambe la voglia di pedalare per una ventina di chilometri con macchina fotografica nello zaino e occhi curiosi, potete partire da una sostanziosa colazione a Schönenberg, per poi puntare a nord verso il Tiergarten, il parco più grande della città. Reichstag, Porta di Brandeburgo e Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa le successive tappe obbligate. Piccola deviazione per andare a vedere il Checkpoint Charlie, e poi si pedala verso Bebelplatz.

© Maddalena Tosadori

© Maddalena Tosadori

Il quartiere di Friedrichshain, passando prima per la famosa torre della televisione (Fernsehtrum) e l’ampia Karl Marx Allee,  è la meta seguente, fino ad una sosta rilassante a Boxhagener Platz, che ospita il mercato del contadino il sabato e quello delle pulci la domenica. Finita la pausa, dirigetevi verso il fiume e godetevi i colori della East Side Gallery. Dopo aver attraversato l’antico confine tra Berlino est e ovest sarete a Kreuzberg, dove non vi resta che sedervi in riva al canale con una birra, ve la siete meritata.

© Maddalena Tosadori

© Maddalena Tosadori

In agenda

Lungo il tragitto appena proposto, due soste allettanti possono essere il Bauhaus Archive, per amanti di architettura e design, e la Neue Nationalgalerie, museo d’arte moderna. Tuttavia, se decidete di concedervi questa gita Berlinese tra il 29 di Maggio e il 3 Agosto vi consigliamo di dedicare all’arte uno spazio tutto per sé, con una visita alla Berlin Biennale 2014. I nostri amici di Berlino Come Desideri  hanno creato una guida speciale tutta dedicata all’evento. E se l’anno scorso vi siete persi la mostra di David Bowie a Londra, bè, proprio nel periodor della Biennale fa un salto a Berlino pure lei.

© Maddalena Tosadori

© Maddalena Tosadori

Info pratiche

Ultimi suggerimenti pratici prima che partiate. Molti alberghi e ostelli offrono un servizio di noleggio bici. Ma se volete godervi Berlino in completa indipendenza, vi consigliamo di sbirciare su Only Apartmentsper trovare la vostra casetta ideale. Per quanto riguarda le biciclette, c’è il servizio cittadino Call a Bike, con varie postazioni bici disseminate in punti strategici. Purtroppo il sito internet è solo in tedesco, ma come alternativa di noleggio, tra le tante, c’è Berlin On Bike, che offre anche tour organizzati.

Che dire, tenete la destra, attenzione ai pedoni e buona Berlino!

© Maddalena Tosadori

© Maddalena Tosadori