Moda o arte?

L’Academy fashion show di Anversa è così ricco di spunti, elementi, colori, abiti folli e idee da renderti quasi incapace di acquisire ed elaborare tutto quello visto durante le quattro ore dello spettacolo (ebbene sì quattro ore…) in cui gli studenti dell’ Accademia, dal primo al quarto anno, fanno sfilare le loro creazioni progettate durante l’anno.

I primi due anni comprendono solo due/tre capi per studente, suddivisi secondo delle tematiche…dalla sperimentazione di nuove forme a quella di nuovi materiali. Gli studenti del terzo e quarto anno invece presentano delle vere e proprie collezioni, ognuno libero di scegliere la propria musica, le proprie luci e come far sfilare le modelle.

Anche avendo visto sfilate su sfilate durante varie fashion week, questo è “qualcosa” difficile da confrontare con qualsiasi tipo di marchio o scuola in Italia, non per quanto riguarda il talento, che comunque qui prorompe da ogni abito, tessuto, copricapo, perlina o quant’altro, ma proprio per come la moda viene concepita, come questi studenti riescano a portare dei vestiti ad un altro livello; completamente snaturati dal loro carattere commerciale, essi si avvicinano, a mio avviso, maggiormente al mondo dell’arte, piuttosto che a quello della moda, ad oggetti creati più come puri esercizi stilistici ed estetici.

Si potrebbe aver da ridire su questo, poiché la moda per esser tale deve essere in fin dei conti indossata, ma credo ci sia poco da dissentire sulla bellezza e la maestosità dell’intero spettacolo.

Le foto possono solo raccontare in parte le collezioni presentate, le moltissime persone presenti, dagli immancabili fashion blogger alle famiglie degli studenti con fotocamere, iphone e ipad, la gioia degli studenti stessi alla fine dello show…ma se avete qualche ora libera potete mettervi comodi e rivedervi tutto qui