In editoria, si sa, è anche l’abito a fare il monaco. O meglio, la copertina.
Chi non ha mai comprato un magazine solo perché attirato da una bellissima immagine, un personaggio che ci piace, un vestito irresistibile?
E chi, magari al, telefono, distrattamente, non ha mai scarabocchiato quella stessa copertina, disegnando baffi e occhiali alle modelle?

anastrumpf_cosebelle_01anastrumpf_cosebelle_03

Ecco allora gli scarabocchi d’autore di chi ha fatto di quest’attività un’arte: Ana Strumpf, designer e professionista nell’ambito fashion.
I suoi disegni, più che pasticciare, arricchiscono in modo unico le copertine dei giornali di moda, trasformandole in vere e proprie opere di design.

anastrumpf_cosebelle_04anastrumpf_cosebelle_02

Esquire, Harper’s Bazaar, Interview, Vogue, Vanity Fair, Playboy: nessuno si salva dalle coloratissime penne di Ana, che nella sua collezione vanta scarabocchi su tantissime attrici, top model, popstar e persino Nelson Mandela.

  anastrumpf_cosebelle_00

 

Da oggi il verbo “scarabocchiare” ha tutto un altro senso!

 (via)