Appunti culinari per “bestie” e “cristiani”. Senza offesa per nessuno dei due.

Si sa, a Natale spesso non sempre si ricevono i regali che si vorrebbero, anche se li richiedete espressamente.

Quest’anno, complice un’omonimia nel titolo, mi sono ritrovata a scartare non il più famoso decalogo goloso di Luca Montersino, bensì un’opera culinaria a tutto tondo di Laura Rangoni : “Peccati di gola” ovvero “la Bibbia del ghiottone, oltre 300 ricette per preparare e gustare vere prelibatezze“.

Ecco, mi sono subito detta, un ennesimo minestrone con la qualunque che ti insegna a cucinare anche le frittate. Poi ho letto la quarta di copertina e mi sono subito incuriosita dell’autrice, alle parole “…attualmente vive in una casa nel bosco con tre cani, tredici gatti, una ventina di galline e ottomila libri”.

Praticamente la vita che vorrei fare io tra qualche anno!

La ricerca su Laura, che è effettivamente una famosa e prolifica giornalista gastronomica, (qui il suo blog “Pane al pane” ), ma anche appassionata ricercatrice della religione delle streghe, la Wicca, mi ha fatto scoprire le sue ultime uscite editoriali:

“101 ricette da preparare al tuo gatto almeno una volta nella vita”

e “101 ricette da preparare al tuo cane almeno una volta nella vita” ,

pubblicate entrambe per Newton Compton e ad un prezzo irrisorio (9,90 euro ognuno).

Cucinare per il vostro compagno a quattro zampe è a mio avviso l’ultima delle frontiere della cuoca provetta, perché difficilmente Romeo o Snoopy vi faranno le moine se nella ciotola non vi è un piatto succulento per le loro narici e il loro palato!

Laura, mi hai incuriosito, a breve sperimenterò qualche tuo piatto con la consulenza del più ricercato gourmand a pelo nero.