Già da fine novembre, gli scaffali di tutti i Monoprix di Lione si riempiono di lumignons, dei piccoli contenitori di vetro colorati dentro cui si accendono delle candele. Segno inconfondibile: la Fête des Lumières si avvicina. Dal 5 all’8 dicembre se alzerete gli occhi sui palazzi della città, potrete vedere file di lumignons tremolare al buio, in fila sui davanzali delle finestre durante la Festa delle luci, l’appuntamento annuale lionese che ogni dicembre per quattro sere illumina letteralmente a giorno l’intera città.

festa delle luci lione

I lumignons alla finestra. Photo via

festa delle luci lione

Lione vista dalla collina di Fourvière. Photo via

Per quattro giorni, al calar del sole in ogni strada, nelle piazze, sui muri, luci e illuminazioni di ogni genere saranno protagoniste: distese di lanterne sospese nel buio, giardini tropicali costruiti con il neon, giochi di luci e ombre sulle acque del Rodano e della Saona, a metà tra design e installazione artistica, palazzi usati come schermo per bellissime proiezioni animate, che coinvolgono ogni parte della città, nessun quartiere escluso. Ovunque a Lione si respira il clima di questa festa.

festa delle luci lione

Proiezioni sulla facciata del Musée des Beaux-Arts in Place des Terreaux. Photo via Flickr.

festa delle luci lione

Proiezioni sulla facciata posteriore della basilica di Notre Dame de Fourvière. Photo via Flickr.

L’origine della Fête des Lumières, come spesso succede per le cose più belle, sta in un concentrato inestricabile di storia, religione e folklore locale. Secondo alcuni racconti sarebbe legata a una epidemia di peste che nel XVII secolo prostrò la regione (per altri invece era colera). E secondo altri ancora tutto iniziò dalla guerra contro i prussiani. Fatto sta che l’incerto evento scatenante diede origine a un radicato culto per la Madonna, che è alla base della nascita della Festa delle luci. Oggi, questa festa che era nata come un piccolo tributo religioso, e consisteva nell’accendere al tramonto delle piccole candele alla finestra, si è evoluta diventando un’enorme, bellissima installazione a cielo aperto, e nel tempo un’attrazione turistica che attira annualmente qualche milione di visitatori da tutta Europa.

festa delle luci lione

Place des Jacobins. Photo via Flickr.

festa delle luci lione

Una traboule della Croix-Rousse. Photo via Flickr.

Per l’edizione 2014 il programma (che potete consultare sul sito ufficiale) sembra non deludere l’aspettativa: intere strade trasformate in boulevard californiani costeggiati da file e file di palme luminose, costruzioni interattive sull’acqua che cambiano colore secondo la temperatura corporea di chi le tocca, piazze trasformate in scintillanti saloni da ballo, oppure immerse nel buio, dove infinite minuscole particelle di luce sospese nell’aria replicano la formazione e distruzione delle galassie. Senza dimenticare che ovunque la città si trasforma in cinema all’aperto, con splendide animazioni che vi terranno letteralmente col naso per aria.

Memore dell’edizione 2013, se sarete in città durante la Festa delle luci, vi consiglio di fare un salto al Muro dei Lionesi, un palazzo sui quais della Saona, nelle Pentes de la Croix-Rousse, le cui pareti sono completamente affrescate in trompe l’oeil con i personaggi più celebri della storia della città.

Ogni quartiere, ogni strada, piazza, traboule partecipa alla Fête des Lumières. E se vi avvicinate di sera ai quais del Rodano o della Saona, gettate uno sguardo verso l’altra sponda, vedrete interminabili file di lumignons alle finestre, ghirlande dorate e tremolanti sospese nel buio.

alioneperlafetedeslumieres_cosebelle_09

Place des Terreaux. Photo credit Angela De Gregorio

festa delle luci lione

Il cielo sulla città. Photo via Flickr.

Alle installazioni annuali ormai partecipano anche nomi noti del design, dell’illuminazione artistica e dello spettacolo, e la durata, da alcune edizioni a questa parte, è stata prolungata a quattro giorni. Ogni anno il programma è fitto di eventi a tema. Una volta scesa la sera, la musica e le luci si accendono, non si sa come ci siete arrivati, ma vi sembrerà di trovarvi in un’enorme sala da ballo. Allora afferrate il vostro bicchiere di vin chaud e perdetevi tra la gente. Il vostro stupore sarà genuino, più di una volta vi sorprenderete con un’infantile espressione meravigliata, la bocca spalancata, mentre ammirate un intrico di fili fluoresenti evolversi nel cielo. Ci sembra di essere lontanissimi dai primi lumicini accesi alle finestre qualche secolo fa, ma l’aria fredda di dicembre, il Natale alle porte, lo spirito di una festa collettiva, sono forse gli stessi.

festa delle luci lione

Installazione davanti Saint Nizier. Photo via Flickr.

FÊTE DES LUMIÈRES

DOVE & QUANDO
Lione, vari luoghi – dal 5 all’ 8 Dicembre 2014

Social
FACEBOOK

Tutte le altre Cosebelle da Lione le trovate qui!