Lasciate pure il borsello a casa.

Diciamolo: la Settimana della Cultura del MiBAC è la più felice coincidenza in cui possa incappare un turista in viaggio nel Bel Paese a metà aprile. Non cadendo (quest’anno) durante festività o ponti, per gli italici lavoratori può risultare invece più complesso approfittare del pressochè unico evento in cui lo Stato non chiede di aprire i portafogli. Tuttavia, tenetelo a mente: dal 14 al 22 aprile in musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche si entra senza tirare fuori un euro dalle tasche. Infatti, tranne le tre discusse eccezioni nella Capitale – ovvero Colosseo, Foro Romano e Palatino – è  l’ingresso gratuito a tutti beni del patrimonio culturale statale a contraddistinguere l’evento. Decine di iniziative speciali, tra cui alcune ideate ad hoc per la manifestazione, sono raccolte nel programma ufficiale del MiBAC: se siete (o andrete) dalla parti di Bologna, Trento, Napoli e Agrigento queste proposte sono per voi!

PhotoCredits Francesco Radino (anche per la prima foto)

Bologna, in bicicletta o al museo, con la voce di Dalla e Daverio. Tutti in sella alla bici  per conoscere le architetture moderne e contemporanee del capoluogo emiliano. E’ questo l’intento di “Cicloarchivi – Tra architettura e archivi storici”, il percorso ciclistico-architettonico che si snoderà nel centro storico di Bologna, tra gli edifici realizzati dalla fine dell’Ottocento agli anni Settanta del secolo scorso.

Save the date. Cicloarchivi: sabato 14 aprile dalle 9.30 alle 13.00, appuntamento c/o Piazza Re Enzo.

Si fa invece un notevole salto in avanti nel tempo grazie all’ allestimento, altamente multimediale, firmato dall’architetto Mario Bellini con Italo Lupi per il nuovo Museo della storia di Bologna di Palazzo Pepoli. In questo luogo, unico in Italia,  le voci di Lucio Dalla, Philippe Daverio, Francesco Guccini, Umberto Eco e molte altre personalità legate alla città accompagnano il visitatore in memorabili esperienze digitali. Apertura gratuita durante la Settimana della Cultura.

Trento, “Parole a vista”. Siete in grado di decifrare tutto quello che c’è di “scritto” in città? Il Museo Diocesano Tridentino propone un viaggio, al suo interno e in giro per la città di Trento, alla scoperta delle cosiddette ‘scritture esposte’, ovvero parole e frasi affisse o iscritte in modo stabile  su muri, monumenti, chiese, pareti. Diverse per modalità di realizzazione, epoca, supporto, collocazione, impostazione grafica, possono essere strumenti di autocelebrazione, promozione, informazione, protesta e derisione oppure possono testimoniare passioni ed emozioni.

Save the date:  giovedì 19 aprile 2012 alle ore 17.30 presso la sede del museo di Palazzo Pretorio. Partecipazione libera e gratuita. Durante la Settimana della Cultura l’ingresso al Museo, alla Basilica Paleocristiana di San Vigilio e alla sezione di Villa Lagarina è gratuito. Info al  sito.

Bacoli (Napoli), con la macchina fotografica al Castello di Baia. Workshop fotografico al Museo Archeologico dei Campi Flegrei, situato all’interno del Castello di Baia, da dove si ammira il Golfo di Pozzuoli e Napoli. Sotto la guida di un esperto di fotografia, appassionati e fotografi alle prime armi potranno mettersi alla prova, direttamente sul campo. L’ iniziativa è curata dall’Ufficio per i Beni Archeologici di Baia assieme all’ Associazione Flegrea Park.

Save the date: 14&18 APRILE alle 10.30, appuntamento all’ingresso del Castello Aragonese di Baia, Via Castello 39, Bacoli (Napoli).  Prenotazione obbligatoria: tel. 329 6421465 / info@flegreapark.it

In Sicilia, tra agrumeti e ulivi. Nel caso in cui la primavera decida di tornare, il consiglio è una passaggiata in uno dei parchi più belli d’Italia:  il giardino della Kolymbetra, l’ area verde situata nel cuore della Valle dei Templi di Agrigento,  affidata al FAI dalla Regione Sicilia. Mappa e info al sito.