… nel 2012

Visto che siamo in periodo di buoni propositi per l’anno nuovo, mi sono messa a fare un po’ il punto della situazione dei miei mesi passati qui ad Anversa. Oramai sono 4. Non sapendo quanti ancora potranno essere e un po’ per tutta questa storia dei Maya, mi sembrava importante fare una piccola lista di cose che dovrei, anzi da fare nel 2012, senza rimandare sempre a giorni migliori. Anche piccole cose, l’importante è non ritrovarsi a dire avrei voluto farlo….

– Visitare l’altro lato del fiume. Non è la prima cosa da vedere se si visita Anversa, ma quando ormai ci vivi sembra ridicolo non aver mai visto un’intera parte della città, raggiungibile con i ferry boat gratuiti che partono ogni giorno da entrambe le rive.

– Comprare un libro senza pensare al prezzo, alle dimensioni, al fatto di non aver tempo di leggerlo. Sapendo che dopo averlo acquistato mi basterà sfogliarlo, annusarlo, rigirarlo tra le mani o scorgerlo nella libreria per essere davvero contenta di averlo comprato. Soprattutto se acquistato da Copyright la libreria del Mode Museum; sempre che si riesca a prendere una decisione in mezzo alla loro vasta selezione di libri di arte, moda, architettura e design. Persino qualche libro di cucina sperimentale.

– Uscire presto la domenica mattina e camminare per le strade semi deserte della città. Senza una vera meta, arrivare sul lungo fiume e passeggiare seguendo la riva dello Schelde.

– Vedere il porto, il secondo più grande d’Europa e il tredicesimo al mondo, a cui Anversa deve la sua fortuna e il suo aspetto cosmopolita, la sua atmosfera pittoresca e vivace.

– Visitare lo zoo. É un posto che a non tutti può piacere, ma questo ha da sempre l’obiettivo di preservare la vita selvatica dei suoi animali con attività ricreative, di educazione a livello culturale e scientifico. Istituito nel 1843 vale la pena visitarlo anche solo per gli edifici e il vasto giardino, il tutto a pochi passi dalla stazione e dal centro storico.

Nella speranza di non ripromettersi solo di rispettarli, ma rispettarli davvero! Buon 2012