# 1

Impazzirei di gioia se a San Valentino tu mi regalassi uno di quei vecchi rasoi a lama.

Di quelli che i nostri nonni usavano tutte le mattine davanti allo specchio, qui in campagna.

Corredato, magari, da una pregiata cintura di coramella, per affilare la lama al meglio  tutte le volte che voglio. Mentre ti giri radiosa tra le coperte ancora calde e mi sorridi maliziosa.

Poi, con furbizia tipicamente femminile, piglieresti anche 2 piccioni con la consueta fava: una personcina a fianco pulita e aggraziata ed un rientro di karma a pari passo con la ritualità zen che accompagna certi modi ancestrali.

Sì, lo desidero di brutto un bel rasoio a mano libera.

Come quello, ad esempio, prodotto dalla epica azienda sarda Antica Pattada. E sarebbe, stanne certa, un regalo pegno d’amore eterno.

Davide Monteverdi, editor per Contemporary Standard