Come di consueto in questo periodo dell’anno mi piace segnalarvi alcune tappe meritevoli sparse un po’ in tutta Italia che accolgono festival di teatro, danza e musica.

Perché l’estate rende tutto un po’ più leggero, ci si spoglia, ci si lascia andare e ci si fa cullare dalla brezza estiva che, se siamo fortunati, può accompagnare le nostre serate “alternative” seduti tra seggiolini improbabili, in palcoscenici inusuali. Quattro sono le mete che ho scelto, per mandarvi alla scoperta di luoghi e realtà che spaziano da nord a sud.

IL GIARDINO DELLE ESPERIDI FESTIVAL

Quando dall’8 al 17 LUGLIO

Dove COLLE BRIANZA (LC)

Per chi ama immergersi in un contesto che unisce natura, arte e cultura all’ombra del monte Brianza, nelle prealpi luganesi.

Teatro_estate_Esperiadi

Arrivato alla sua 12° edizione, Il giardino delle Esperidi festival è una rassegna di teatro, musica, danza, poesia nei borghi e sui sentieri del Monte di Brianza, quest’anno più che mai dedicato al “teatro nel paesaggio”. Luogo dall’inseparabile intreccio di natura, arte e comunità per indagare, attraverso gli strumenti del teatro, la relazione tra arte drammatica e performativa e il paesaggio naturale.

Da sempre ideata e organizzata da Campsirago Residenza, cantiere creativo abitato da compagnie residenti e artisti in ricerca da tutto il mondo.

MITTELFEST

Quando DAL 16 al 24 LUGLIO

Dove UDINE

Per chi ama le città anche d’estate, il caldo torrido degli edifici, la bellezza delle città geometriche, per chi ha bisogno della…terra

Teatro_estate_Mittelfest

Mittelfest giunge alla sua 25° edizione e come tematica ha proprio la terra come richiamo di qualcosa che sta sotto ai nostri piedi, offrendo all’uomo tutto quello di cui ha bisogno: nutrimento e stabilità. Terra anche come senso materno, come pianeta, come qualcosa che ci accoglie in qualsiasi momento. Con queste caratteristiche il festival porta tra gli spazi della città spettacoli che spaziano dalla danza alla musica al teatro. Con il nuovo progetto 2015 – 2017, il festival Mittelfest rivolge la propria attenzione alla valorizzazione e alla salvaguardia degli ambienti naturali e alla funzione che le vie d’acqua (2015), di terra (assieme al fuoco nel 2016) e d’aria (2017) hanno sempre svolto: elementi naturali e veicoli di migrazione, di incontro e di dialogo tra popolazioni e civiltà.

Festival a tutte le latitudini per un teatro diffuso e qualche volta a rischio di estinzione. Insomma, imperdibili.

COLLINAREA FESTIVAL

Quando dal 23 al 30 LUGLIO

Dove LARI (Pisa)

Per chi non si arrende, per chi crede nella cultura e nell’arte come mezzo di comunicazione. Per chi a Lari non c’è mai stato ma senza dubbio se si imbatte in questo festival troverà qualcosa di magico.

Teatro_estate_Urgenza_Colli

La 18° edizione (che rischia di essere l’ultima) di Collinarea Festival  è dedicata all’Urgenza. Tolti tutti i fondi, gli artisti decidono di partecipare gratuitamente pur di non farlo morire. Ma accanto agli artisti ci sono anche le persone che amano il teatro e la cultura da semplici fruitori e che per questo hanno scelto di aprire le proprie case a quegli stessi artisti che gratuitamente andranno a Lari. Questa edizione diventerà dunque uno strumento per far sentire il disagio di tutte quelle persone che lavorano a questo progetto. Il programma è fitto di nomi – da Elena Guerrini, Piepaolo Capovilla, Sergio Staino ecc – e spettacoli, direi che se vi trovate in toscana dalle parti di Pisa non potete perderlo.

ORESTIADI FESTIVAL

Quando DAL 16 LUGLIO al 6 AGOSTO

Dove GIBELLINA (Trapani)

Per chi ama interfacciarsi con il teatro contemporaneo nelle sue diverse declinazioni tra poesia, danza, musica e ricerca sul linguaggio della scrittura, immergendosi nelle atmosfere siciliane alla scoperta della cultura locale

Teatro_estate_Orestiadi

Orestiadi è arrivato alla 35° edizione. Una rassegna dedita alla ricerca contemporanea non solo di linguaggio, ma anche di scrittura e danza, prediligendo per la maggior parte attori e compagnie del sud. Per ogni sera programmazioni dalle 19 alle 24 tra film, spettacoli, concerti, per chi compra il biglietto la possibilità di visitare gratuitamente il museo Trame del Meditteraneo e di degustare i prodotti del territorio, prima o dopo gli spettacoli.