Immaginatevi un lago grande, dalle acque fresche e trasparenti, così trasparenti da poterne vedere il fondo, e il fondale è verde, blu, giallo, rosso, arancio… Impossibile, dite? No no, c’ho le prove e il suo nome è Lago McDonald!

© Jason Savage

© Jason Savage

 

Tra i 700 (!) laghi che fanno parte del Glacier National Park, in Montana, USA, c’è il Lago McDonald situato nella zona occidentale del parco. Questo lago è il più grande di tutti e 700 gli altri laghi, con una superficie di 6,823 acri, ed è anche il più profondo, raggiungendo i 141 metri. Le sue acque sono così limpide perché il clima freddo, che dura quasi tutto l’anno, non permette la crescita di plancton. E i ciottoli che costituiscono il fondale arcobaleno hanno colori molto diversi, caratteristica legata alla presenza o assenza di ferro. In realtà questi ciottoli non sono presenti solo nel Lago McDonald, ma in molte zone del Glacier National Park, visto che derivano da rocce molto più grandi appartenenti a ere geologiche diverse. Quando si formarono i ghiacciai, questi ridussero le rocce in frammenti, che furono poi portate ovunque dai fiumi e levigate dall’erosione.

 

ciottoli-colorati-lago-montana

 

Il parco in sé copre una superficie enorme ed è aperto tutto l’anno, ovviamente vi consigliamo di visitarlo in questa stagione. È attraversato da una sola strada con un nome curioso: Going-to-the-Sun Road, o più semplicemente Sun Road (la strada del sole) quindi l’altro consiglio è di visitarlo con un mezzo proprio, macchina o camper. Se poi decidete di entrare dall’ingresso occidentale, vi troverete nei pressi del Lago McDonald quasi subito. Non partite però senza aver dato prima un occhio alle numerose webcam sparse per il parco ed esservi fatti un’idea delle condizioni meteorologiche. Da quelle parti infatti piogge e cambi repentini del meteo potrebbero essere piuttosto pericolosi, per cui meglio partire sicuri.

 

© Tim Rains

© Tim Rains