La Cappadocia, Turchia, è già un posto magico di per sé, un mondo lunare che ospita i camini delle fate e dove sono state girate scene di Star Wars. Oggi, però, ci dedicheremo in modo particolare alle città sotterranee che la Cappadocia ospita, sono trentasei ma nei ne visiteremo una: la città sotterranea di Derinkuyu. Si trova nella provincia di Nevşehira, a circa 35 km da Göreme e vi sconsiglio di farli in motorino, come ho fatto io, le vostre chiappe vi ringrazieranno.

citta-sotterranea-di-derinkuyu-turchia

© Damien HUANG

La città sotterranea di Derinkuyu è una vera e propria città costruita su più piani (undici) che si addentrano nella terra per circa 60 metri. Si pensa che probabilmente fu costruita nell’era bizantina dai Frigi, un popolo Indo-Europeo, durante le guerre arabo-bizantine e sia poi passata nelle mani dei cristiani, che la espansero e aggiunsero cappelle e iscrizioni in greco. Dopo l’espulsione dei cristiani dalla regione, questi tunnel vennero abbandonati. E riscoperti per caso nel 1963, quando un residente scoprì una camera segreta dietro un muro di casa sua.

citta-sotterranea-di-derinkuyu-turchia

Quasi 20mila persone potevano venire ospitate qui sotto al momento di un attacco. L’ingresso poteva facilmente essere chiuso dall’interno con una grande pietra a forma di ruota che veniva fatta rotolare davanti all’unico accesso. E lo stesso procedimento veniva usato per separare ogni livello, cercando di proteggerlo con più efficacia. Visitando la città sotterranea di Derinkuyu vedrete stanze da letto, sale da pranzo, cantine per il vino, dispense, ma anche stalle per animali, una scuola ed addirittura un bar. Ogni grotta è collegata alle altre tramite dei tunnel, intricati e fitti, che avevano anche lo scopo di confondere il possibile conquistatore, farlo perdere come in un labirinto. Esistono anche tunnel in grado di condurre la popolazione ad altre città sotterranee, per esempio alla città di Kaymakli a 8 km di distanza. L’aria e la ventilazione erano garantite da un sistema costituito da quindicimila bocchette, mentre la presenza di un fiume sotterraneo e pozzi di acqua finivano di renderla una città indipendente dall’esterno, dal mondo.

citta-sotterranea-di-derinkuyu-turchia

© Veronika/flickr

Oggi se ne possono visitare soltanto i livelli superiori, circa il 10% dell’intera città. Ma fidatevi, sarà sbalorditivo (e un po’ spaventoso) anche così.

citta-sotterranea-di-derinkuyu-turchia