MistyCopelandDanceProject LaStella Degas

Misty Copeland in “The Star” di Edgar Degas

Unire arte, danza e fotografia in un unico progetto puntando al tempo stesso ad abbattere con grazia e delicatezza le barriere di classe, di razza e tutti quegli stereotipi che – purtroppo – da troppo tempo caratterizzano il mondo della danza classica.

Questo è in sintesi quello che ha fatto Misty Copeland, una donna forte e determinata che dopo un passato difficile e un lungo percorso in punta di piedi fra sudore e fatica ha realizzato un sogno ed è diventata la prima ballerina afro-americana a ricoprire il ruolo di étoile dell’American Ballet Theatre di New York.

Una conquista che l’ha spinta a impegnarsi in altri progetti dentro e fuori dal palcoscenico: dalla sua autobiografia “Life in motion” fino alla messa in scena de Il lago dei cigni nel ruolo di Odette, Misty continua ad esplorare il mondo della danza per raccontarne le mille sfaccettature a un pubblico sempre più ampio, per dimostrare che la danza è accessibile a tutti, a prescindere dalla razza o dal colore della pelle, e che con impegno e dedizione i sogni si possono davvero realizzare.

MistyCopelandDanceProject BallerinaVerde Degas

Misty Copeland in “Swaying Dancer (Dancer in Green)” di Edgar Degas

Per dimostrarlo stavolta si è affidata a Degas e alle sue ballerine facendosi ritrarre da Ken Browar e Deborah Ory, fotografi del NYC Dance Project, per ricreare alcuni dei dipinti e delle sculture più famosi del celebre artista riproponendo scene, posizioni e costumi e mostrando così il legame forte e reale fra l’arte, l’artista e l’opera.

MistyCopelandDanceProject LaBallerina Degas

Misty Copeland in “Dancer” di Edgar Degas

Edgar Degas ha lavorato alle sue ballerine raccontando la danza in chiave moderna, con una sguardo nuovo a questo mondo, uno sguardo concreto e reale che ha mostrato i dietro le quinte, i momenti di pausa e di aggregazione fra le ballerine, i dettagli degli abiti e i movimenti immortalando un momento ma facendo percepire al contempo il movimento e la fluidità che racchiudeva. Una bellezza meno eterea e meno poetica forse ma certamente più forte, la stessa bellezza rappresentata da una ballerina nuova e contemporanea, capace di distruggere gli stereotipi proprio come Misty.

MistyCopelandDanceProject_PiccolaDanzatricedi14anni Degas

Misty Copeland in “Little Dancer Aged Fourteen” di Edgar Degas

Foto di Ken Browar & Deborah Ory –  Fonte harpersbazaar.com