Tre ragazze che si mettono in testa (e ci riescono bene) di progettare longboard, un “oggetto tipicamente maschile” come non perdono occasione di sottolineare. Il progetto segna l’esordio del team noIII (sì, con 3 “i”) ed è sviluppato in due modelli – una cruiser board da 65 cm e una versione da 1 mt di lunghezza- con il supporto di maestri artigiani. Le tre ragazze e i loro longboard hanno fatto capolino dei social giusto un attimo prima della fine del 2015 e chissà dove arriveranno. Noi vi consigliamo di tenerle d’occhio. Sempre che riusciate a capire chi sono davvero…

Noiii-trio-al-femminile-che-progetta-longboard-Cosebelle-Magazine-design-11

Noiii, Lookbook 2016

Noiii-trio-al-femminile-che-progetta-longboard-Cosebelle-Magazine-design-02

Noiii, Collezione Colors

Cosebelle: In principio fu il longboard, perché? Dobbiamo leggerci una qualche sfida agli uomini?
NoIII: Il longboard è un oggetto giovane, nuovo, bello, inusuale. Vogliamo provare a dargli anche un nuovo aspetto, più raffinato e femminile forse, ma senza sfidare nessuno. Vogliamo proporre un oggetto che risponda a un gusto diverso –condivisibile da uomini e donne– più che a un genere diverso. E’ anche un oggetto che consente un grande lavoro grafico, caratteristica ci è sembrata adatta per presentare l’immagine e il mondo di noiii.

Per la realizzazione dei 2 modelli vi siete affidate al team di Wafer boards, lavorando insieme su laserazioni, stampe e sovrapposizioni. Come è andata la collaborazione? E come è stato assistere alla “nascita” dei primi esemplari? 
Lavorare con persone che hanno una profonda conoscenza dei materiali e delle tecniche produttive è alla base di un buon progetto, che altrimenti rischia di essere solamente un fatto estetico: per questo la collaborazione con Wafer è stata sicuramente interessante e proficua. Abbiamo deciso di partire da una tavola estremamente curata, a cui apportare ulteriore valore senza snaturarne completamente l’estetica di base, quella del legno naturale e della pulizia delle forme… anche perché è stata proprio quella a colpirci! La prima tavola realizzata? Quella con il cavalluccio marino: oltre a essere la prima in assoluto della serie, per noiii rappresenta anche l’inizio di un percorso insieme. E se è vero che il cavalluccio è simbolo di fedeltà, pazienza e perseveranza speriamo sia di buon auspicio!

Avete già sviluppato 4 linee di longboard e l’impressione è che questo sia un territorio di passaggio, per l’esordio appunto. Cosa dobbiamo aspettarci d’ora in poi? Il vostro orizzonte può essere il product design o avete in serbo “sconfinamenti” del vostro progetto creativo in altri ambiti?
Non possiamo ancora dirvi con certezza quello che faremo e/o saremo. Ogni oggetto che nascerà, di qualsiasi natura esso sia, sarà un’armonia di contrasti, di decontestualizzazioni: ci piace lavorare sul tema dell’assurdo, cercare riferimenti in ambiti diversi e lontani dal nostro quotidiano e trasformare un oggetto in un mondo. Al momento stiamo affrontando più temi, alcuni vicini al mondo dell’arredo, altri a quello della moda.

Nel vostro sito e sui vostri profili social, fin qui almeno, avete optato per mostrarvi poco o nulla in prima persona, puntando su contenuti di ispirazione e, naturalmente, sui vostri prodotti. Una precisa scelta, dunque, nell’epoca dei selfie e della sovraesposizione. Da cosa è dettata?
Esatto! Ormai in ogni mondo l’ego è protagonista: dal selfie su Instagram all’archistar, conta sempre di più il mostrarsi. Noiii abbiamo voluto fare il contrario: trovare un’immagine unica e condivisa che allo stesso tempo identifichi le nostre personalità diverse. Vogliamo che il mondo che proponiamo sia rappresentato dai nostri oggetti e dalle nostre ispirazioni, non dal nostro volto!

Anche per presentarvi avete puntato ad un sintetico accenno sulle vostre diverse provenienze professionali, delineando un team compatto (come sembra suggerire pure il nome del team), ma trasversale. Non vogliamo infrangere questo “alone di mistero”, ma restiamo curiose e allora proviamo a capirne di più in altro modo. Ci indicate il locale che vi piace, il disco che vi rappresenta, il designer di riferimento e la vostra città del cuore?
Impossibile dare una risposta univoca! Anzi, forse funzioniamo proprio perché siamo così diverse per gusti, mondi e immaginari! L’unica risposta comune riguarda il luogo in cui ci sentiamo a nostro agio: sicuramente il nostro ufficio, ma anche Galleria Vittorio Emanuele a Milano, entrambi belli, caotici e artistici! Quanto al resto…
Vittoria: Disco: Coexist The XX; designer: Isamu Noguchi; città: Stoccolma.
Raffaella: Disco: i primi album degli u2; designer: Jil Sander; città: Tokyo.
Carlotta: Disco: Medulla di Bjork, designer: sono combattuta tra l’eleganza di Issey Miyake e l’ironia di Sebastian Errazuriz, mi piacerebbe stare fra i loro due mondi; città: Tel Aviv.

Noiii-trio-al-femminile-che-progetta-longboard-Cosebelle-Magazine-design-13

Noiii, Lookbook 2016

Noiii-trio-al-femminile-che-progetta-longboard-Cosebelle-Magazine-design-05

Vorreste vedere i longboard di Noiii al vivo? La prima occasione utile è nella due giorni di DesignCircus Milano, in Corso C.Colombo, 15, Spazio Maimeri, 27/28 febbraio 2016

Una cosabella?
V: Il mondo microscopico presente in ogni cosa.
R: Tutto quello che mi stupisce e mi fa sorridere.
C: Le orchidee.

__
Noiii è anche su facebook e Instagram