Ci si ama tutto l’anno, nei week end ma anche il lunedì, quando piove e quando splende il sole, quando non vediamo altro che la beltade della nostra metà ma anche quando tutti i suoi difetti ci si palesano con arroganza. E’ raro che il sentimento s’impenni perché Valentino ha deciso che così dev’essere nelle sue manie di protagonismo. Ciò detto siamo pecorelle nell’animo e se la massa inneggia all’amore siamo portati a ricordarcene anche noi.

Cosebelle_Vino_ElenaXausa

Il giorno di San Valentino si avvicina e il prossimo fine settimana ci troveremo inesorabilmente a celebrare con rinnovato ardore i nostri amori o amicizie o quant’altro. Sia che vogliate fare le cose in grande o che preferiate volare rasente al suolo un po’ di astuzia e creatività, racchiuse nelle dritte che vi sto per dare, renderanno il momento sicuramente speciale.

Partiamo da un assunto: non c’è party senza drink (dovendo essere politically correct o memore del mio status instabile da allattante devo precisare che la bevanda potrebbe essere anche poco o quasi per niente – CHE ERESIA – alcolica). Adoperiamoci, allora, per rendere il momento festoso diverso e indimenticabile, potrebbe addirittura diventare il protagonista della serata.

Location: casa, siete comode, potrete apparecchiarvi a dovere nel vostro look migliore. Raccoglierete la vostra metà avviluppate in un’allure di magia per servire un intrigante cocktail molecolare. Ebbene si, giochiamoci la carta spocchia della scienza applicata all’alcool. Non spaventatevi, è decisamente più facile di quanto possiate pensare. Ci daremo alla sferificazione per servire drink composti da una parte liquida e da una solida.

Ferran Adrià

Ferran Adrià

Questa tecnica è figlia della cucina molecolare creata dal grande chef spagnolo Ferran Adrià e consiste nello sferificare liquidi grazie all’utilizzo di due elementi, l’algina e il cloruro di calcio. No panic, entrambe le polveri si trovano in farmacia e non sono pericolose. Acquistate anche una grossa siringa da 60 ml e preparate due ciotole e un frullatore. Vi proporrei un intramontabile Aperol Spritz per iniziare.

Ingredienti per 2 cocktails
– bilancia di precisione
– 2 gr algina
– 3 gr cloruro di calcio
– 500 ml acqua di rubinetto
– una citolo d’acqua per il risciacquo delle sfere
– 200 ml di Aperol
– 300 ml di prosecco
– 100 ml di soda
– una siringa senza ago da 60 ml
– un mestolino forato
– un frullatore
– 2 bicchieri balloon
– cubetti di ghiaccio realizzati con l’aggiunta di due cucchiai di succo d’arancia all’acqua

Amalgamante l’Aperol con l’alginato frullando. La polvere non è immediatamente solubile e necessita di movimentazione. Riponete il liquido 15 minuti in frigorifero per eliminare eventuali bolle d’aria. Sciogliete il cloruro nell’acqua e riempite una seconda ciotola con acqua che servirà per sciacquare le sfere ed eliminare l’amaro del bagno di cloruro. Aspirate con la siringa senz’ago l’Aperol frullato. Con pazienza fate cadere piccole gocce nell’acqua e cloruro e godetevi la magia. In 30/40 secondi le goccioline acquisteranno consistenza solida all’esterno mantenendo un cuore liquido. Più tempo trascorrono a mollo più la loro densità aumenta (dopo 15 minuti saranno completamente solide). Pescate le perle con il mestolino e tuffatele nell’acqua per il risciacquo. Dopo un minuto prelevatele e riponetele in una ciotola.

Sfere di Aperol

Versate i cubetti all’arancia nei balloon, aggiungete 150ml di prosecco e 50 ml di soda ciascuno. Mescolate e versate metà delle perle per bicchiere. Con il loro colorito vivo e la loro rotondità innalzeranno il livello di voluttà e conquisteranno occhi e palato del vostro Valentino. Sarà uno spasso tutto nuovo mordicchiarle su un tappeto di bollicine proseccose. Se preferite potete fare lo stesso con il Campari oppure, se amate i cocktails a base frutta potete sbizzarirvi con succo di pesca per il Bellini e succo di fragola per il Rossini da accompagnare al vostro metodo charmat preferito. Le dosi del cloruro non cambiano, così come quelli dell’algina. I succhi acidi, come quello d’arancia e limone sono banditi perché impediscono la sferificazione, bisognerebbe aggiungere Citras, ma questa è un’altra storia.

Volete un boom di colori? Sferificate il liquore Bols Blue (70ml per 1 gr di algina) e tuffatelo nel succo d’arancia ammorbidito da sciroppo di cocco. Le vostre papille si godranno un capolavoro visivo e gustativo.

Gioco cromatico di drop in succo d'arancia da "Cucina molecolare" di  Rolf Caviezel

Gioco cromatico di drop in succo d’arancia da “Cucina molecolare” di Rolf Caviezel

Come dono d’amore vi ho dotato di superpoteri, usate la fantasia e sbizzarritevi, tutto ciò che è liquido può cambiare forma sotto le vostre mani… Buon San Valentino molecolare!

Leggi anche gli altri articoli dedicati al vino e alle bevande qui.