Secondo il Vangelo di Matteo i Re Magi giunsero a Betlemme seguendo le indicazioni della stella cometa. Oltre al fatto che se fosse stata una stella non sarebbe di certo potuta essere una cometa, nei secoli si sono interrogati in molti circa la vera natura di questo fenomeno astronomico, ma di certo sappiamo che fu Giotto nella Cappella degli Scrovegni ad inserire per la prima volta la stella con la coda sopra la capanna.

ballespazialilacometacatalina_Cosebelle_01

Adorazione dei Magi nella Cappella degli Scrovegni a Padova dipinta da Giotto

Durante le vacanze natalizie appena passate abbiamo avuto anche noi la cometa di Natale: dal 15 novembre scorso, infatti, dopo aver superato il perielio (cioè quando un corpo celeste si trova nel punto più vicino al Sole lungo la propria orbita), è diventata visibile nell’emisfero boreale la cometa C/2013 US10 Catalina.

Una cometa è un corpo celeste di modeste dimensioni, composto prevalentemente di biossido di carbonio, metano e acqua ghiacciati. La famigerata coda si forma quando la cometa si trova in prossimità del Sole e le sostanze volatili che la compongono sublimano. Catalina è stata scoperta nell’ottobre 2013 dal Lunar and Planetary Laboratory dell’Università dell’Arizona. Si tratta di una cometa non periodica, che quindi sta percorrendo un’orbita iperbolica iniziata dalla Nube di Oort (una nube sferica di comete che avvolge il sistema solare).

ballespazialilacometacatalina_Cosebelle_02

Foto della cometa C/2013 US10 (Catalina) scattata il 9 agosto 2015
Credit: José J. Chambó

Il 17 gennaio Catalina si troverà nel punto più vicino alla Terra: si troverà a soltanto 108 milioni di chilometri da noi e ci sembrerà praticamente immobile nonostante stia viaggiando a una velocità superiore ai 200000 kmo/h. Dalle ore 22 di domenica, tempo permettendo, bisognerà soltanto alzare gli occhi al cielo (meglio se con un binocolo o addirittura con un telescopio) e guardare in direzione dell’Orsa Maggiore. Sarà impossibile non scorgere le due code di Catalina!

ballespazialilacometacatalina_Cosebelle_03

Posizione di Catalina dall’una fino alle 6 (di notte!) da stanotte al 21. Basta guardare in direzione nord-est verso l’Orsa Maggiore. Credit: illustrazione di Eddie Irizarry utilizzando il software Stellarium.

__
BALLE SPAZIALI è solo su Cosebelle Mag.