Scoprire per la prima volta il mondo di Roberta Ragona, Tostoini sul web, significa tuffarsi in un mondo di piccole cose illustrate, come lo definisce lei stessa. Piccole cose belle illustrate aggiungerei io.

Tostoini è una illustratrice di talento, lavora nell’editoria, nella pubblicità, nei magazine, ma è anche una social media strategist e content editor.

tostoini-illustrazione tostoini-illustrazione-inverno strumenti-per-aspiranti-rivoluzionari-tostoini

Le sue due anime si uniscono in un progetto, e uno shop, che combina illustrazioni e piccole oggetti bellissimi: pendenti, spille, cartoline, poster, t-shirt e shopper, tutti col suo tratto inconfondibile. In queste creazioni ci sono animali aggraziati, con occhi e musi piccini, un lamantino superstar e i Mommoti, mostriciattoli del folklore sardo, la terra di Tostoini.

legna-spilla-gallina-tostoini legna-spilla-ravanello-tostoini collane-illustrate-tostoini collana-dachshund-tostoini

Ma è la stessa Roberta a raccontarci il suo mondo.

Cosebelle Magazine: Cominciamo subito dalla tua presentazione “Sono quella che ha studiato antropologia volendo disegnare animali e disegna animali per capire gli esseri umani.” Svelaci un segreto, dicci almeno una cosa che ti hanno insegnato gli animali sugli uomini.

Tostoini: Che sottovalutiamo la quantità di cose che si possono risolvere con un pisolino al momento giusto.

CB: Come si conciliano le tue due anime, quella di Roberta, content editor e social media strategist, e Tostoini l’illustratrice? Bisticciano mai?

T: Litigavano tantissimo quando fare illustrazione non era un lavoro e per trovarle spazio dovevo rosicchiare intorno al “lavoro vero”. Ora che tra le due comanda quella che disegna non litigano affatto, anzi si sostengono a vicenda. Quando non disegno seguo soprattutto piccoli progetti e formazione, due cose in cui mi sembra che la mia esperienza precedente possa essere utile per le persone con cui lavoro e gratificante per me che posso occuparmene.

CB: Come nasce l’idea per una creazione? Io, lo confesso, ho un debole per il lamentino e il mostro mommoti, ma qual è l’animale che preferisci illustrare? 

T: Mi verrebbe da dirti che le idee migliori mi vengono quando non ho niente da fare, ma ho il sospetto che l’idea brillante venuta fuori da un momento di piacevole nullafacenza e stupidera sia tanto merito dell’ozio quanto delle novantanove idee bruttine disegnate prima.

Non ho un animale preferito, sono stagionale come le piante dell’orto, d’inverno mi viene da disegnare animali pellicciuti, piumati e caldini, d’estate bestie marine al fresco. All’incrocio tra queste due cose c’è il lamantino, mammifero marino che ama le acque costiere tiepide ma ha sempre l’aria di uno che avvolto in una copertina di pile ci starebbe volentieri.

lamentino-tostoini

collane-mommoti-collana-con-ciondolo-fantas-14915647-mommoticollana3-jpg-48691_570x0

CB: Come è il tuo spazio di lavoro e cosa non deve mai mancare?

T: Il mio spazio di lavoro è in assestamento: ci siamo trasferiti da poco in una casa nuova e sto ancora sperimentando dove tenere la scrivania, i colori, ma soprattutto come fare ad arginare il mio disordine che tende a tracimare su tutte le superfici orizzontali disponibili. Sogno un enorme tavolo dove lavorare coi colori a rispettosa distanza dal mac, ma in compenso ho di fronte un’enorme finestra affacciata sui tetti di Milano.

Le due cose che non possono assolutamente mancare sono la tavoletta grafica e la teiera da un litro, entrambi strumenti salvavita.

tostoini-workspace collane-tostoini-wip

CB: Un tema che ci sta molto a cuore, cioè il legame tra web e creatività: secondo la tua esperienza quali sono i tre elementi chiave da tenere sempre a mente se si cerca il proprio spazio nel web con una attività creativa?

T: Penso che alla base ci debba essere qualcosa che ti piace abbastanza da avere voglia di farlo con costanza per un sacco di tempo, cercando di imparare nel mentre come farla meglio. Non ci si può sedere comodi sulle cose già fatte. Serve continuità, capacità di mettersi in discussione, aver voglia di studiare e mettere serietà in quello che si fa, ma anche un po’ di gusto per quelle cose inutili ma meravigliose che si fanno solo per la gioia di farle.

CB: La nostra domanda di rito: una Cosabella per te?

T: Le avventure! Quelle grandi, certo, ma soprattutto quelle piccolissime come fare una passeggiata senza meta e scoprire un posto bello che non sapevi fosse lì, assaggiare una cosa mai sperimentata, provare a imparare da zero a fare qualcosa di nuovo. Tutte cose che ti lasciano meglio di come ti hanno trovato.

Potete acquistare le creazioni di Tostoini nello shop ufficiale su A Little Market.

(Photo credits: Tostoini)