Da metà settembre si è diffusa in tutto il mondo una campagna pubblicitaria brasiliana che sensibilizza le neo mamme sull’importanza di mangiare sano ed evitare cibo da fast food durante l’allattamento.

Anche noi vogliamo portare avanti il messaggio e dare il nostro contributo mettendo in evidenza queste tre immagini dal fortissimo impatto visivo ed emotivo. Rappresentano un neonato attaccato al seno che sembra succhiare, invece del nutrente latte materno, del cibo spazzatura. Gli alimenti raffigurati come cibi da evitare sono un cheeseburger a più strati, una bibita gassata zuccherina e una ciambella ricoperta di glassa (il famoso Donut americano).  E la frase “your child is what you eat” campeggia su questi disegni.

SPRS COCA COLA

Photo credits: SPRS

La campagna è  stata realizzata dall’agenzia Paim e prende spunti da recenti studi svolti dalla Pediatric Society of Rio Grande che si è concentrata sugli effetti del cibo spazzatura sul latte materno.  Quando la dieta è molto squilibrata, priva di nutrienti di buona qualità e al contrario ricca di zuccheri semplici e grassi saturi le ghiandole mammarie faticano a produrre un latte nutriente ed equilibrato.

SPRS donuts

Photo credits: SPRS

Non sorprende invece che negli studi venga citata la “nostra” dieta mediterranea come scelta ideale per tutti e ancora di più per una donna in gravidanza o per una madre che allatta. Le caratteristiche che rendo la dieta mediterranea un regime alimentare salutare le dovremmo conoscere bene: le abbondanti porzioni di frutta e verdura, la scelta di cereali integrali, il consumo frequente di pesce azzurro e l’utilizzo di olio extra vergine d’oliva come principale condimento.

SPRS ad_181118731

Photo credits: SPRS

Questa pubblicità ci piace perché è un efficace strumento di prevenzione! Infatti le abitudini alimentari dei primi mesi e anni di vita di un bambino solo essenziali per la prevenzione di patologie metaboliche come il diabete, l’obesità, l’ipertensione e le patologie cardiovascolari.

Si potrebbe infine ampliare il messaggio: dalle donne in allattamento chiamate in causa per prime alle donne in gravidanza, ricordando che cambiare le proprie abitudini può essere difficile e una fonte di stress, ma in questi casi migliorano lo stato di salute di due persone!