“E certamente farò portenti nei cieli e sulla terra, sangue e fuoco e colonne di fumo. Il sole stesso sarà mutato in tenebre, e la luna in sangue, prima della venuta del grande e tremendo giorno di Geova.” (Gioele 2,30-31)

Persino nella Bibbia un’eclissi di Luna è vista come segnale di immense disgrazie, se non addirittura della fine del mondo. E anche durante l’afoso agosto appena passato c’è stato chi ha predetto l’impatto di un enorme asteroide sulla nostra Terra, con conseguente scomparsa del genere umano, in concomitanza con la prossima #SuperBloodMoon.

Nella notte tra domenica 27 e lunedì 28, infatti, ci sarà un’eclissi totale di superluna. Ma che vuol dire?!?! A scuola ci hanno insegnato che l’eclissi avviene nel momento in cui il nostro satellite viene oscurato dal cono d’ombra della Terra, con il Sole dalla parte opposta. Ma perché diciamo SUPER luna? Perché l’eclissi avverrà nel momento in cui la Luna si troverà nel punto più vicino al nostro pianeta (perigeo) lungo la sua orbita ellittica di rivoluzione intorno a noi. Quindi la Luna si troverà a “soli” 357000 km di distanza  da noi (circa 50000 km in meno della distanza media) e quindi ci apparirà con un diametro più grande di circa il 14% e il 30% più luminosa. Durante il fenomeno la Luna diventerà rossa, di sangue appunto, perché la luce del Sole non riesce ad arrivare direttamente sulla superficie del nostro satellite, ma passa attraverso l’atmosfera terrestre, scomponendosi e perdendo le componenti verde e blu, sopravvivendo solo la parte rossa. Sarà la quarta ed ultima fase di una Tetrad, un ciclo, che si ripete ogni 300 anni, di quattro eclissi lunari totali (15 aprile e 8 ottobre 2014, 4 aprile e 28 settembre 2015), senza alcun intervallo di eclissi parziali, e di un’eclissi solare totale (quella del 20 marzo scorso di cui vi avevo parlato qui).

ballespaziali_Cosebelle_01

SMART-1 SEES TOTAL LUNAR ECLIPSE FROM SPACE
Credit: ESA/Space-X

Si tratta di un evento astronomico raro, che nel ventesimo secolo è avvenuto, secondo gli archivi della NASA, nel 1910, nel 1928, nel 1946, nel 1964 e nel 1982. Il periodo che passa fra una superluna rossa e la successiva è detto Saros e dura 18 anni, 11 giorni e 8 ore, perciò dovremo attendere il 2033 per avere la prossima superluna di sangue. Quindi lunedì mattina prestissimo, a partire dalle 2 e 11 minuti fino alle 7 e 22, con totale oscuramento dalle 4 e 11 alle 5 e 23, tutti svegli a goderci questo spettacolo della natura!

__

BALLE SPAZIALI è solo su Cosebelle Mag