Agosto è ormai alle porte e anche Suonare Cosebelle andrà in vacanza per un mesetto. Vi vogliamo lasciare come ci si lascia a capodanno, con un recap su quello che è successo di bello nei mesi passati e con i buoni propositi musicali che ci addolciranno la pillola del rientro a lavoro.

Blur, The Magic Whip

Questa prima metà di 2015 ci ha regalato molte cosebelle da ascoltare, per soddisfare ogni mood. A marzo sono tornati i The Prodigy, 25 anni di musica che ancora continua a farci ballare. Alla soglia dei 50 anni fanno uscire “The Day Is My Enemy”, un disco che ricalca alla perfezione le orme del passato della band, ancora breakbeat e pugni duri, poche frasi ripetute e una musica dall’energia prepotente. Il primo singolo estratto, “Nasty”, con la sua volpe rossa fuoco ci riporta subito alla atmosfere alienanti e sinistre del mondo Prodigy, tutto funziona (bene) come sempre e il tempo sembra non essere passato mai. Stesso discorso per gli svedesi Refused, “nothing has changed”, ce lo urla anche lo stesso Dennis Lyxzén in “Elektra”, anteprima del nuovissimo “Freedom”, uscito per Epitaph il 30 giugno. Due band che hanno fatto la storia di due generi completamente differenti, ma con la stessa voglia di gettare uno sguardo nelle crepe del mondo, sulla rottura degli equilibri. Nel cerchio dell’eterno ritorno, girone brit pop, ecco che ritroviamo anche i Blur, “The Magic Whip” è il disco in cui nessuno sperava, forse nemmeno loro: 12 anni passati dall’ultimo album e un ritorno dritto al punto. Un concerto annullato ad Hong Kong ha portato la band in sala a registrare nuovi pezzi, da lì all’artwork con i neon ideogrammi e cono gelato è un attimo.

C’è poi chi torna senza aver fatto passare tutto questo tempo, dell’ultimo album dei Tame Impala, “Currents” stanno parlando tutti benissimo. Ottimo tempismo per un sound che farà sicuramente da colonna sonora alle vacanze di molti. Il debut del momento è invece consacrato a Jamie XX, il suo “In Colour” c’è piaciuto davvero molto e infatti ne abbiamo già parlato qui.

Buttando un occhio al futuro, a rincuorarci nel ritorno alla quotidianità, ci aspetta il vol.2 di “Endkadenz”, tinto di blu e annunciato dai Verdena per il 28 agosto. In settembre, torneranno invece i Battles con “La Di Da Di” e una copertina da mangiare a colazione (li possiamo sentire sia all’Ypsigrock il 7 agosto, che al Club To Club il 6 novembre). Altre uscite belle, ma ancora avvolte nella nebbia, sono invece “Radio Silence” del prodigio londinese James Blake (unica data italiana al Vasto Siren Fest il 25 luglio), che solo qualche giorno fa ha confermato la presenza nel disco di Kanye West e Justin Vernon. Proprio quel Justin che con i Bon Iver ha suonato due nuove canzoni live all’Eaux Claires Music & Arts Festival, lasciandoci anche lui in attesa di saperne di più, con le aspettative alte come il sole che picchia il cielo.

Battles, La Di Da Di