Primavera Sound 2015

Primavera Sound.

Mancano ormai solo due settimane al week-end del Primavera Sound di Barcellona, e Cosebelle è pronto prendere il volo anche quest’anno per seguire l’evento sul campo!
SUONARE COSEBELLE di questa settimana è un focus su alcuni dei gruppi che non vediamo l’ora di scoprire on stage. Ho scelto cinque band che nell’ultimo anno ci hanno lasciato regali degni di essere portati nella Catalunya dal vento di primavera.

The Black Keys
THE BLACK KEYS – giovedì 28 maggio @ Primavera Stage h. 23:45
Esattamente un anno fa, a maggio 2014, il duo statunitense ha lanciato “Turn Blue“. L’album non è ai livelli del biennio “Brothers” – “El Camino” (2010-2011), ma non si può dire che non funzioni. Come si può facilmente già intuire dalla copertina, “Turn Blue è un album con un’aura acida e psichedelica. A differenza dei precedenti, non si può considerare un disco con pezzi che stanno in piedi da soli, da ascoltare a tutto volume ballando. “Turn Blue” è più un lungo viaggio, un vortice da cui essere risucchiati senza la fretta di uscirne. La curiosità di vederli live si è alimentata sempre più, dato l’infortunio alla spalla di Patrick Carney che ha costretto la band ad annullare le recenti date del tour europeo, compreso l’unico appuntamento italiano a Milano. D’altronde i Black Keys sono famosi anche per le loro performance avvolgenti e spettacolari, e a noi gli spettacoli piacciono moltissimo.

Interpol
INTERPOL – sabato 30 maggio @ Heineken Stage h. 22:20
La bandiera è sempre quella americana, e anche in questo caso è passato qualche anno dall’album omonimo del 2010, “Interpol“,  all’ultimo lavoro, “El Pintor”, uscito a settembre 2014. La voce di Paul Banks arriva sempre dritta al timpano, rendendo impossibile non riconoscere gli Interpol qualsiasi cosa stiano suonando, dalle atmosfere cupe della bella “Lights” alle sonorità indie-rock da dancefloor di “Slow Hands”. Se non avrete la fortuna di poterli vedere in terra spagnola, sappiate che potete benissimo rifarvi nel nostro Bel Paese tra fine agosto e inizio settembre. Abbiamo ben 4 appuntamenti: Torino, Prato, Roma e Treviso.

Alt - J
ALT-J – venerdì 29 maggio @ Heineken Stage h. 01:30
Un oceano più in là, tra Leeds e Cambridge, nascono gli Alt-J. Il loro debutto è molto più recente: il primo album, “An Awesome Wave”, risale al vicinissimo 2012 e fin da subito ci hanno ipnotizzato col rewind di “Breezeblocks. Poi il nastro si è sbloccato, giusto il tempo di averci conquistati tutti, e all’inizio dello scorso autunno hanno lanciato il secondo album, “This Is All Yours”. Due album, due centri pieni. Così pieni che gli organizzatori della data italiana di presentazione dell’ultimo disco si sono ritrovati a dover cambiare la location dell’evento, spostandolo dall’Alcatraz al ben più capiente Forum di Assago, causa prematuro sold out (che si è poi verificato comunque). Anche loro verranno a farci visita dopo il Primavera: cerchiare sul calendario 14 giugno @ Rock in Roma.

Jon Hopkins
JON HOPKINS – venerdì 29 maggio @ ATP Stage h. 02:00
Cambio genere, passiamo all’elettronica, e se parliamo di musica elettronica il riflettore si accende su Jon Hopkins. Musicista, più che producer, riesce ad inscenare il perfetto incontro tra melodia ed esplosioni. Atmosfere notturne in cui vivono suoni potenti e magnetici, che pulsano come sangue nelle vene, sinceramente i migliori che abbia mai sentito in un live electro. L’ultima opera è un EP, “Asleep Versions” dove Jon Hopkins guarda al prezioso passato di “Immunity” e ne estrapola 4 tracce cambiandone il carattere. Se chiudiamo gli occhi, questa volta possiamo sognare, e nei sogni tutto sarà ovattato di quiete.

The Soft Moon

THE SOFT MOON – venerdì 29 maggio @ Adidas Originals Stage h. 04:00
Chiudiamo con una band meno conosciuta delle precedenti, ma che si merita tutta la nostra attenzione. The Soft Moon è nato come progetto solista di Luis Vasquez, che ci ha prontamente costruito intorno una band sin dal debut album del 2010. Le canzoni sono impregnate di dark-wave ed elettronica con sonorità anni ’80, non a caso sono stati scelti dai Depeche Mode per aprire gran parte del loro tour europeo 2014. L’ultimo album si chiama “Deeper”, è uscito da poco più di un mese ed è un abisso scuro e profondo. “Black” è il singolo che ha anticipato il lancio del disco: niente simbolismi, crudité e incubi fatti di poche frasi che si ripetono martellanti (“I don’t care what you say, living life my own way”). L’onda oscura s’infrangerà in Italia a giugno: Torino, Marina di Ravenna, Sesto San Giovanni (MI) e Catania.

 

Sul sito ufficiale del Primavera Sound potete trovare il calendario col programma completo. Noi ci saremo, e voi?

__

Illustrazione di Sara Fratini

Illustrazione di Sara Fratini

Anche quest’anno saremo le vostre reporter belle del Primavera Sound Festival! Seguiteci nei nostri post ad hoc e nei social grazie al tag #primaverabello e usatelo anche voi per segnalarci tutto quello che più vi piace. (L’hashtag ufficiale del Festival sarà #ps15 e, ovviamente, #primaverasound)