I cambiamenti che non spaventano hanno una carica tutta speciale che si chiama energia.

Dopo 4 anni circa è arrivato il momento di dare spazio a un nuovo ciclo, c’è uno smanioso senso di crescita e di svolta, c’è bisogno di energia e vitalità.

Girare intorno, evitare domande e dubbi non è proprio il mio forte, anzi, con qualche pizzico sulla pancia devo ammettere che le mille domande e giri di testa mi hanno accompagnato fin qui, oggi.

Ci sarebbero davvero troppe parole da dire, ma a volte sono tanto superflue, a volte proprio come oggi.

Cosebelle è il mio cuore, il mio primo figlio, ma è arrivato per me il momento di fare un salto e di creare nuove sinergie, di accettare nuove sfide. Che poi è successo proprio all’alba dei trent’anni, chissà perché. oggi è il mio vero capodanno, dove lascio andare via tutto, tutto quello che è stato e porto con me solo pochissime cose del passato e tutte le nuove che ho imparato.

Posso solo, commossa, ringraziare tutte quelle persone che sono entrate nella mia vita, con le quali ho condiviso i miei sogni e i miei progetti e che mi hanno aiutato a farli crescere e a farmi crescere.

E soprattutto Cosebelle, la mia famiglia. Grazie anche a tutti coloro che ne hanno preso parte, in un modo o nell’altro. Ed è proprio alla mia famiglia che lascio la gestione del progetto, a coloro che hanno vissuto la maggior parte degli eventi che mi ha portato a questa decisone e che mi hanno sempre supportato.

E’ arrivato il momento di lasciar crescere questo progetto e per me di farne nascere altri.

A presto,

Cristiana