News For Lulu

News For Lulu.

Un anno finisce ed uno nuovo ne inizia, la Terra ha compiuto un altro giro intorno al Sole e io ascolto un album che si chiama “Circles”. I News for Lulu ci raccontano, a suon di melodie degne dei Seventies, com’è implicito nella nostra natura tentare di resistere al cambiamento. Siamo dei bruchi che non vogliono diventare farfalle perché le trasformazioni sono delle piccole morti, e a noi la morte fa paura, così ci ostiniamo a strisciare per terra ritardando sempre di più la possibilità di spiccare il volo. Finché non si trova il coraggio di cambiare si è intrappolati in un cerchio, attaccati con le unghie al passato e a ciò che già conosciamo, immobili nell’eterno ritorno dell’uguale. Quando penso a tutto questo nella mia mente scatta il suono delle unghie che grattano sulla lavagna, per fortuna invece i News for Lulu hanno pensato di dare ai “cerchi” un suono molto più raffinato e sognante.

News For Lulu, Circles

Le dodici tracce di “Circles” orbitano intorno a melodie ricercate e precise, ma allo stesso tempo capaci di rompere la struttura regolare e prendere direzioni inaspettate (“Eagles” su tutte), il tutto mantenendo una vena pop che sfocia nella psichedelia (“Spring Burns”, il singolo che ha anticipato l’uscita dell’album, esemplifica molto bene ciò di cui parlo).
Circles” è nato in Italia e diventato farfalla oltreoceano: presso gli Another Recording Company Studios di Omaha in Nebraska, con il supporto di Ben Brodin (Mynabirds, Bright Eyes) durante le registrazioni e il mixaggio, per voi arrivare a New York dal guru Joe Lambert (Deerhunter, The National, Animal Collective), per il master. In “Circles” l’incanto è favorito dal canto delle sirene Laura Burhenn (Mynabirds, Postal Service) e Orenda Fink (Azure Ray).

Circles” è la musica che sentiamo mentre siamo bloccati nella nostra crisalide di seta, ed è sicuramente un buon incipit per romperla con un battito di ali che ci porterà chissà dove, forse in un altro cerchio perfetto.

Ascoltateli qui.