LETTURE (BELLE) PER L’ESTATE – Illustrazione di Roberta Zeta

LETTURE (BELLE) PER L’ESTATE – Illustrazione di Roberta Zeta

 “Per tutti i libri che avete accumulato sul comodino durante l’anno, per quelli che avete iniziato senza riuscire a portare a termine, per quelli che invece avete divorato nonostante il poco tempo a disposizione. L’estate è il momento per leggere e rileggere: sotto l’ombrellone, all’ombra degli alberi che sorreggono quell’amaca a righe un po’ vissuta, a letto con un lenzuolo leggero e le imposte socchiuse. Ovunque e comunque. Ecco allora un piccolo atlante di libri belli, per non cadere vittime dei panettoni libreschi di stagione.” Intro a cura di Benedetta Andreozzi

Ragazze di campagna di Edna O’Brien, edito da Elliott
Ragazze di campagna è il primo romanzo di una trilogia di ispirazione autobiografica, che Edna O’Brien pubblicò nel ‘63, a 30 anni. E fece scandalo. Ma non per via di presunti contenuti sconci o racconti di avventure disdicevoli. Molto più semplicemente, questo libro racconta con estrema lucidità i desideri, i sogni e le preoccupazioni di due ragazze che vivono nella campagna irlandese, ma che sognano la città, l’avventura, la fuga dalla noia, che detestano il collegio cattolico, fumano sigarette di nascosto e sperano un giorno di poter andare via lontano. Edna O’Brien sembra sia stata adolescente ieri, per la forza evocativa delle sue parole. E leggendole scopriremo che certe aspettative, certi sogni e certe paure non sono poi molto cambiati dagli anni Sessanta a oggi. E che in fin dei conti in ognuna di noi c’è (o c’è stata) una ragazza di campagna.
Scelto da Angela De Gregorio, contributor arte e corrispondente da Lione

Caccanimali di Benoit Charlat, edito da Ape junior
Caccanimali è un buon libro per l’estate. E’ colorato come i vialetti che portano al mare. Ci sono gli animali, le pagine di cartone, le rime ed il suono dello sciacquone da scoprire all’ultima pagina. E’ un tema attuale, che solitamente è con il caldo che si toglie il pannolino. Ed è scritto tutto in stampatello, così possiamo insegnare qualche lettera ai nostri bambini. A come Agosto. B come Baci. C come Caldo. G come Gelati.
Scelto da Margherita Materia, autrice della rubrica Cosebelle per Cosipiccoli

LETTURE (BELLE) PER L’ESTATE_00

Un indovino mi disse di Tiziano Terzani, edito da Longanesi
La grandezza dei libri è il loro essere antidoto e panacea da tutti i mali. Leggere per viaggiare, leggere per capire, leggere per dimenticare, leggere per imparare, leggere per. “Un indovino mi disse” è la storia di un cambiamento, di una variabile che Tiziano Terzani, autore e protagonista, inserisce nella sua vita riscoprendo il valore del viaggio, i confini geografici tra gli stati, l’ingresso lento delle navi nel porto, il paesaggio che scorre dal finestrino del treno, i popoli incontaminati, i cadaveri degli esploratori, le groppe degli elefanti, gli umori della terra: la vastità del mondo.
Scelto da Federica Marziale, autrice della rubrica Editoria ragionata

Kitchen Confidential di Anthony Bourdain, edito da Feltrinelli
Un libro da leggere se ami il cibo e le storie di malavita. Scritto e vissuto da Anthony Bourdain, celebre cuoco di New York: “Naturalmente, può darsi che questo libro determini la mia fine nel settore. Ci saranno storie dell’orrore. Terribili ubriacature, droghe, scopate nella dispensa, rivelazioni poco piacevoli circa il modo in cui vengono maneggiate le vivande […]. E’ tutto qui, il buono, il brutto e il cattivo. […] Ho creduto a lungo che il buon cibo e l’arte di mangiare siano incentrati sul rischio. Che si parli di Stilton non pastorizzato, di ostriche crude o di lavorare per membri del crimine organizzato, il cibo per me è sempre stato un’avventura.” Al posto dei capitoli: Antipasto, Primo Piatto, Secondo Piatto, Terzo Piatto, Dessert, Caffè e Una Sigaretta. Divoratelo!
Scelto da Stella Maranesi, co-autrice della rubrica Rifatti gli occhi

La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano, edito da Mondadori
Se si ha la pazienza di andare avanti a contare, si scopre che queste coppie via via si diradano. Ci si imbatte in numeri primi sempre più isolati, smarriti in quello spazio silenzioso e cadenzato fatto solo di cifre e si avverte il presentimento angosciante che le coppie incontrate fino a lì fossero un fatto accidentale, che il vero destino sia quello di rimanere soli. Poi, proprio quando ci si sta per arrendere, quando non si ha più voglia di contare, ecco che ci si imbatte in altri due gemelli, avvinghiati stretti l’uno all’altro. Tra i matematici è convinzione comune che per quanto si possa andare avanti, ve ne saranno sempre altri due, anche se nessuno può dire dove, finchè non li si scopre. Mattia pensava che lui e Alice erano così, due primi gemelli, soli e perduti, vicini ma non abbastanza per sfiorarsi davvero. A lei non l’aveva mai detto…
Scelto da Giada Zampieri, contributor moda e autrice della rubrica Walking in my shoes

il nuovo romanzo di Murakami Haruki per le letture belle di cosebelle Magazine

L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio di Murakami Haruki, edito da Einaudi
Murakami è tornato con un romanzo che racconta il dolore sottile e sordo di una amicizia tradita e gli anni passati a rimuginare sul perché delle cose del giovane e incolore Tazaki Tsuruku. Tokyo è lo sfondo rassicurante eppure impersonale del pellegrinaggio. Tsuruku il protagonista incerto eppure solido, portatore delle sofferenze silenziose di ognuno di noi. Diffuso il familiare senso di inquietudine che Murakami mette in ogni sua opera.
Scelto da Alessia Ragno, contributor beauty e autrice della rubrica Buy Buy Baby

Scacco a Dio di Roberto Vecchioni, edito da Einaudi
Una geniale raccolta di racconti. Un immaginario dialogo tra Dio e il suo primo consigliere Teliqalipukt riguardo le storie di uomini ribelli quali Oscar Wilde, Shakespeare, JF Kennedy, Federico II e altri, uomini che sono sfuggiti al controllo di Dio per fargli scacco, e cambiare il proprio destino. Dieci storie brillanti, sorprendenti, ricche di aneddoti e curiosità, raccontate da una delle voci più belle dei nostri tempi e del nostro Paese, quella di Roberto Vecchioni. “Io ti ho chiesto di parlarmi degli uomini, e precisamente di quelli che mi hanno sfidato e, secondo te, battuto: io, Teliq, non vinco mai con gli uomini, io permetto sempre di darmi scacco, perché siano loro a inventare la vita: perché questa è la loro libertà“.
Scelto da Iolanda Verri, autrice della rubrica Leggere Leggero

Tentativi di botanica degli affetti di Beatrice Masini, edito da Bompiani
Ciascuno è artefice del proprio destino. Però io sono diversa, no?” Primavera, inizio ‘800. Bianca, giovane acquarellista con scarsi mezzi, approda nella campagna milanese per ritrarre il patrimonio botanico di un famoso poeta scapigliato: Don Titta. La giovane, benvoluta da tutti, entra in poco tempo a far parte della grande famiglia di nobili e servitori che popolano la dimora e altrettanto velocemente inizia ad incuriosirsi della storia di uno dei lavoratori, tanto da convincersi che ci sia qualche segreto su cui è opportuno indagare…  Ma si accorge troppo tardi che giocare con gli indizi e gli affetti può far male alle persone perché spesso ci si sbaglia!
Scelto da Carlotta Favaron, contributor moda/accessori

Sette vite e un grande amore di Lena Divani edito da edizioni e/o
Tempo d’estate, tempo di ombrellone, di prati baciati dall’ombra di grandi alberi dove trovare riparo, di piccoli momenti dove il tempo si dilata e dove possiamo dedicarci alle nostre letture preferite o libri che ci ripromettiamo di leggere ma non ci riusciamo mai. Ecco allora, io volevo consigliarvi un piccolo e delizioso libro, scorrevole, delicato, divertente, commovente e particolarmente indicato per tutti i “gattari” di turno, quelli che stanno ore ad osservare il proprio micione. SETTE VITE E UN GRANDE AMORE di Lena Divani raccoglie le memorie di un gatto, che si narra in prima persona, si ride e si piange (ahimè, ma ne vale la pena!!). ” Lo sapete miei cari che avevo la capacità di vedere quello che gli esseri umani non vedono. Quella sera vidi con chiarezza i cordoni ombelicali, i legami che tenevano uniti gli uni agli altri, saldamente intrecciati. Era per questo, dunque, che se ne facevi cadere uno, cadevano tutti gli altri “.
Scelto da Cristina, autrice della rubrica sul teatro

Il profumo delle foglie di Limone di Clara Sanchez, edito da Garzani
Non ci concentriamo mai su ciò che è più evidente, e il segreto del mondo, la rivelazione, sta sicuramente in ciò che è più evidente, nei granelli di sabbia dorata dal sole“. Le crisi ci rendono più confusi o ci fanno vedere le cose con occhi diversi? Sandra, in fuga da tutto e da tutti in Costa Blanca, prova a trovare un senso alla sua vita finendo per trovare quello di tutta l’umanità. Il mistero della vita e della morte, della giovinezza e della vecchiaia, si intrecciano in questo giallo dei giorni nostri che ci parla tramite i colori e i profumi della costa Spagnola.
Scelto da Ilaria Frigeni, autrice della rubrica Concept Stor(i)es

George Saunders_diecidicembre_letture belle per l'estate_cosebellemagazine

10 dicembre di George Saunders edito da minimum fax
Un libro prezioso, di quelli che ti prendono e ti scuotono forte. C’è dentro l’innocenza e la purezza e in mezzo allo sconforto la speranza per domani.
Scelto da Miriam Lepore, contributor cucina e autrice della rubrica Indovina chi viene a cena

Il giardino dei segreti/The forgotten garden di Kate Morton, edito da Sperling&Kupfer
Un libro capace di trasportarti con naturalezza in epoche diverse: tre generazioni di donne con il proprio vissuto e le proprie emozioni legate a un “luogo” comune.  Un libro che andrebbe gustato lentamente, pagina dopo pagina, ma che coinvolge al punto  di divorarlo grazie al sapiente intreccio che l’autrice ha saputo creare tra passato e  presente, tra segreti e verità.
Scelto da Eva Conti, autrice della rubrica su alimentazione&salute