Cover_-estate-secondo-noi_Cosebelle

L’ESTATE SECONDO NOI – Illustrazione di Elena Xausa

Mare, montagna, lago, fiume, collina… D’estate parti: per divertirti, per rilassarti, per mille motivi, e per nessuno. Ma se anche rimani a casa, sei comunque un po’ in vacanza, perchè è estate, e l’estate è la vera vacanza. Per fare in modo che, ovunque passerete le prossime settimane, non vi dimentichiate di questo bellissimo binomio, vi raccontiamo di come per noi l’estate sia una cosabella, e anche qualcosina in più… (Intro a cura di Benedetta Andreozzi)

Immagine 015

L’estate è semplicità, è luce fino a tardi e da molto presto, è senso di caldo sulla pelle anche di notte, sono colori pieni e poche sfumature, sono viette deserte e la tv che si ascolta dalle finestre. L’estate è lasciarsi  spettinare da tutto, è la scia del traghetto e il mare che compare all’ultima curva del Volterraio. Ora è  svegliarsi alla mattina prima del solito e scoppiare in un sorriso se il cielo è blu, perché qui d’estate non è  estate tutti i giorni. L’estate è uno sguardo dall’alto, che da senso di leggerezza e si prepara a tuffarsi in un  nuovo inizio.

Valentina Guatelli, corrispondente da Parigi.

L'ESTATE (2014) SECONDO NOI_CosebelleMagazine_Marta Proietti

Arriva il caldo e aumenta la temperatura. Che cos’è l’estate secondo me? Bè.. niente di meglio di centrifugati, smoothies, frullati, frappé e succhi di frutta e verdura fresca!!  Disintossicanti, amici dell’abbronzatura, difensori dei vasi sanguigni e del sistema cardiovascolare, alleati della dieta e del sistema immunitario, stiamo parlando di veri e propri concentrati di
vitamine e sali minerali , dai mille colori e dalle mille virtù! Eccola la mia estate!!

Marta Proietti, autrice della rubrica Respiro

IMG_0597

L’estate secondo me sono i piedi nella sabbia. I suoi piedi piccoli. Che galleggiano sulla spiaggia. O i tuoi piedi grandi, che cercano i miei sotto la sabbia. L’estate è scoprire quello che l’inverno tiene nascosto. Mettersi a nudo. Lasciarsi andare. L’estate è crescere e farsi qualche cicatrice buona, da non dimenticare.

 Margherita Materia, autrice della rubrica Cosebelle per Cosipiccoli

 lestatesecondonoi2014_CosebelleMagazine_03

ESTATE fa rima con “Pelle”. In tutte le sue accezioni, più o meno gradite.
L’Estate per me sono i sandaletti che compro sapendo che dureranno una stagione e che mi fanno sentire più a contatto con il mondo perchè la pelle rimane nuda. Estate è la pelle che diventa bianca di sale, che brilla con le gocce dell’acqua del mare.
E’ il profumo della pelle con la crema solare, è il fresco sulle ginocchia quando ho la gonna ma sfreccio in bici come se portassi i pantaloni.
Estate è l’odore della pelle, anche se poco piacevole, del vicino sulla metro.
Estate è il contatto casuale della pelle del mio braccio con chi mi passa accanto.
Estate è il segno del braccialetto che rimane per mesi sul mio braccio, ricordandomi dei giorni passati all’aria aperta.

Ilaria Frigeni, autrice della rubrica Concept Stor(i)es

Estate in Puglia, la campagna barese

L’estate ha il profumo della terra al tramonto dopo ore di sole e caldo asfissiante; il verde e l’argento degli ulivi che scorrono veloci quando sei in macchina e stai tornando a casa con i finestrini aperti; il respiro ritmico del mio cane che insegue pigne, ma anche insetti, ma anche lucertole, ma anche palloni da calcio abbandonati; il profumo di lavanda del vento caldo della sera quando sei a spasso nel bosco dietro casa; il giallo accecante del sole di mezzogiorno quando sei in macchina, l’aria condizionata è rotta e tutto quello che puoi fare è sudare; il sorriso davanti al gelato del sabato sera in Piazza del Ferrarese; la malinconia nel momento in cui, di nuovo, ti chiedi se ami la tua terra come prima. E mentre ci pensi, ecco l’ultimo raggio di sole che fa capolino tra i rami e l’estate riprende.

 Alessia Ragno, contributor beauty e autrice della rubrica Buy Buy Baby

 

SUMMER foto di Raffaele Camardella 25 maggio 2014 Alimini, Puglia

SUMMER foto di Raffaele Camardella 25 maggio 2014 Alimini, Puglia

L’estate è viaggiare. Dall’attesa che si prova il giorno che precede la partenza, all’assaporare il percorso, alla soddisfazione nell’esplorare ogni volta una natura diversa o  una nuova città. Viaggiare per me significa aprire il cuore e la mente alle cose che amo di più: il cibo, la fotografia, l’arte, il movimento e la tranquillità. Questa stagione mi da’ l’occasione di farlo ed è per questo motivo che attendo l’estate con aspettativa e fermento per il resto dell’anno.

Eva Conti, autrice della rubrica su alimentazione&salute

Lamiaestate_arco_fotocristina

L’estate è tante cose. E’ il sole caldo che scalda la pelle. E’ svegliarsi alla mattina senza la fretta di uscire. E’ la camminata in riva al mare col rumore delle onde. E’ la leggerezza di vivere la fine dell’anno lavorativo e il tempo di prendersi una pausa da tutto quello che sarà settembre. Un posto che fa “estate” nella mia estate è la capatina, ormai storica, ad Arco vicino al Lago di Garda (TN). Qui la libertà di girare con le scarpe da trekking o con l’infradito a fine giornata e prendere
l’aperitivo serale senza paura di aver sbagliato “mise” è un must!

Cristina, autrice della rubrica dedicata al teatro.