Interno dello store (Photo Credits: Anna Zorzi)

Interno dello store (Photo Credits: Anna Zorzi)

Quando ho incontrato per la prima volta Flavia, buyer e store manager di Bazaar wear, voleva propormi una collaborazione. E’ stata lei a cercare me e le altre “AUGHERS” per organizzare insieme il TEEPEE Market e la cosa che mi aveva sorpreso era che un negozio che conoscevo da tempo avesse un insospettabile interesse per il mondo dell’ handmade e specialmente disponesse di uno spazio dedicato a queste “contaminazioni”.

Location eventi C/O Bazaar (Photo Credits: Anna Zorzi)

Location eventi C/O Bazaar (Photo Credits: Anna Zorzi)

Così ho scoperto che oltre a tutti gli strepitosi brand che ospita, questo store ha tutto un mondo da raccontare. Ho quindi pensato di chiedere a Flavia perché Bazaar è una cosabella.

Flavia - Store Manager (Photo Credits: Anna Zorzi)

Flavia – Store Manager (Photo Credits: Anna Zorzi)

COSEBELLE: BAZAAR è un nome che s’ispira ai mercati mediorientali dove si mischiano colori, profumi e atmosfere magiche. Che ruolo hanno questi elemeni nel vostro store?

FLAVIA: A dir la verità tutto e niente. Di Bazaar c’è il nome e il concetto di “concept store”, un luogo in cui si trovano le cose più diverse: abiti, scarpe, accessori, borse, occhiali, libri, illustrazioni, oggetti in edizione limitata ma anche i brand di culto del momento. Per quanto riguarda la struttura del negozio invece è tutto l’opposto. L’Interior design è minimale, con pareti bianche e legno chiaro, atmosfera intima e accogliente.

Dettagli dello store (Photo Credits: Valentina Jacotti)

Dettagli dello store (Photo Credits: Valentina Jacotti)

CB: Bazaar ha sede a Brescia. Anche a Bergamo, ma lo store originario è di Brescia. Come ci si rapporta con una piccola realtà proponendo uno stile europeo?

F: Brescia è la mia città, mi piace molto anche se ha qualche aspetto negativo. A volte può sembrare “provinciale” ma c’è grande movimento dal punto di vista culturale e artistico rispetto ad altre città delle sue stesse dimensioni. Qui la gente è attenta alle nuove tendenze e questo ripaga le mie scelte, talvolta un po’ azzardate, nella scelta di alcuni capi. Anche la posizione decentrata dello store, un po’ una Kreuzberg bresciana, sta alla base di un approccio più’ europeo. Se fosse anche più ordinata e valorizzata sarebbe ancora più bella.

Allestimento dello store (Photo Credits: Anna Zorzi)

Allestimento dello store (Photo Credits: Anna Zorzi)

CB: Per mantenere vivo un concept store serve ricerca continua. Dove prendi ispirazione?

F: Questa è la parte migliore di quello che faccio. Spesso viaggio per lavoro e le città più stimolanti restano Berlino e Parigi, con musei e stores a cui attingo per ricreare qualcosa di personale per Bazaar. Amo occuparmi dell’allestimento del negozio e curarne ogni dettaglio. Poi ci sono le riviste di settore, i blog, i documentari, i libri, i film, la musica e anche l’arte. Essere uno store indipendente permette a me e a tutto lo staff di Bazaar di mettere il proprio stile e gusto per arricchire il negozio.

Allestimento dello store (Photo Credits: Valentina Jacotti)

Allestimento dello store (Photo Credits: Valentina Jacotti)

CB: Abbiamo capito che il tuo lavoro ti piace davvero tanto. Ma se potessi cambiare, che cosa vorresti diventare da grande?

F: Mi piacerebbe avere un magazine tutto mio, oppure aprire un caffè-ristorante.

Teepee Market#3 (Photo Credits: Greta Tosoni)

Teepee Market#3 (Photo Credits: Greta Tosoni)

CB: Bazaar ha già ospitato eventi e collaborazioni con diverse realtà. Mostre, mercatini handmade, esposizioni di illustratori. Parlacene un po’.

F: Il nuovo spazio Bazaar ha un seminterrato dedicato all’organizzazione di eventi temporanei. Abbiamo iniziato decidendo di collaborare con le ragazze di AUGH e, insieme, abbiamo dato vita al TEEPEE market, mercatino handmade già alla sua terza edizione. Da qui poi la cosa si e’ evoluta e alcuni espositori del TEEPEE hanno trovato spazio nello store: prima abbiamo scelto di dedicare un angolo speciale a un piccolo brand di accessori che aveva partecipato al TEEPEE e ora è possibile trovare i lavori di un’illustratrice che ha partecipato all’ultima edizione.

Illustazioni di Cinzia Zenocchini @Teepee Market#2 (Photo Credits: Elisa Masserdotti)

Illustazioni di Cinzia Zenocchini @Teepee Market#2 (Photo Credits: Elisa Masserdotti)

CB: Se ti svegliassi una mattina e ti accorgessi che sul tuo comodino c’è una bacchetta magica, in cosa  trasformeresti Bazaar?

F:
Vorrei che diventasse un caffè newyorkese.

Teepee Market#3 (Photo Credits: Greta Tosoni)

Teepee Market#3 (Photo Credits: Greta Tosoni)

CB: Un’altra domanda su di te. Cosa porteresti su un’isola deserta?

F: Un ukulele rosa, un cappellino, occhiali da sole, il mio dvd preferito (anche se non potrei guardarlo!), profumo, macchina fotografica, smalto, un libro e… posso portare il mio Iphone, vero?

Flavia's essentials (Photo Credits: Flavia Serotti)

Flavia’s essentials (Photo Credits: Flavia Serotti)

CB: Domanda di rito: qual è la tua Cosabella?
F:
Lavorare il sabato mattina. Mi piace passare a prendere i fiori freschi prima di aprire il negozio, ho tempo di fare colazione e a chiusura negozio mi passano a prendere le mie amiche per uscire o andare a cena.

BAZAAR WEAR – Streetwear Concept store
Dove&Quando: Brescia, C.so Martiri della Libertà 27 – Bergamo, Via S.Alessandro 3 / Lunedì-Sabato
Contatti&Social: info@bazaarwear.itFACEBOOK WEBSITE

__
Scopri tutti i CONCEPT STORIES selezionati da CosebelleMag qui!